rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Coriano

Tragedia di Coriano, la Procura indaga sulla morte del 23enne: esclusa la presenza di altre persone

L'autopsia sul corpo del ragazzo trovato in un cantiere abbandonato sarà effettuata nella giornata di mercoledì

La Procura ha aperto un fascicolo d'indagine sulla morte del 23enne di Coriano che, nella tarda mattinata del 25 aprile, è stato ritrovato cadavere in un cantiere abbandonato nel paese dell'entroterra riccionese. I primi accertamenti, effettuati dai carabinieri, tenderebbero ad escludere che il giovane già noto per problemi di alcol e droga fosse con terze persone ma resta da capire cosa fosse andato a fare in quello che è di fatto lo scheletro di una palazzina abbandonato da tempo. Gli inquirenti hanno rinvenuto diverse bottiglie di alcolici e non escludono che possa essersi trattata di una caduta accidentale. Per il 23enne, figlio di noti ristoratori, un volo di diversi metri che non gli ha lasciato scampo e l'autopsia disposta dal pubblico ministero dovrà accertare oltre alle cause del decesso anche l'ora per avere un quadro più chiaro della vicenda.

Il corpo del ragazzo, infatti, è stato trovato solo verso le 14 di lunedì quando un passante ha notato tra le sterpaglie quello che sembrava un cumulo di indumenti e ha dato l'allarme che ha fatto accorrere anche l'ambulanza del 118 ma quando i sanitari sono arrivati sul posto per il giovane non c'era già più nulla da fare. Nella prima ricognizione del cadavere, effettuata dal medico legale, sarebbe emerso un violento trauma al rachide cervicale compatibile con una caduta dall'alto ma sarà l'esame autoptico a fornire ulteriori dettagli sul decesso,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Coriano, la Procura indaga sulla morte del 23enne: esclusa la presenza di altre persone

RiminiToday è in caricamento