rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Calano drasticamente gli sfratti per morosità nel riminese

Praticamente dimezzati i numeri, Gloria Lisi: "Nessuno può dirsi soddisfatto finchè sulla colonnina degli sfratti non apparirà il numero 0"

Dal 2014 ad oggi sono sostanzialmente dimezzati gli sfratti nella provincia di Rimini.Se prendiamo come riferimento i primi otto mesi di ogni anno, gli sfratti per morosità passano, nel Comune di Rimini, dai 225 del 2014 ai 131 del 2018, mentre quelli per finita locazione passano dai 15 del 2014 agli 8 di quest'anno. A livello provinciale le richieste presentate all'Ufficiale giudiziario, passano dalle 1151 dei primi otto mesi del 2014 alle 690 del 2018, mentre le esecuzioni con intervento della forza pubblica passano nello stesso intervallo dalle 220 del 2014 alle 98 del 2018. “Sono numeri interessanti ma che vanno letti nella giusta prospettiva- commenta l’assessore alla protezione sociale Gloria Lisi-. C’è la conferma, a Rimini come provincia, di un trend positivo per la regione Emilia Romagna. Ma è vero che tocca ora aggredire quele cifre, comunque sensibili, con la medesima determinazione. Nessuno può dirsi soddisfatto finchè sulla colonnina degli sfratti non apparirà il numero 0.  Al di là di tutto, credo che essi siano anche il risultato di un welfare che da i suoi frutti; sul fronte del supporto al disagio abitativo, proprio per evitare che si arrivi all’atto ultimo dello sfratto, l’Amministrazione interviene infatti attraverso diversi strumenti, che mirano ad aiutare nella maniera più efficace le diverse esigenze delle famiglie più esposte. In particolare il sostegno del fondo per la morosità incolpevole, ma anche i vari contributi che sostengono tramite lo sportello sociale i cittadini più esposti.Sono risultati concreti, resi possibile grazie a servizi ed azioni di welfare quotidiani, costruiti sui bisogni delle persone.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calano drasticamente gli sfratti per morosità nel riminese

RiminiToday è in caricamento