rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Calici di Stelle, edizione 2016 da record: 50mila presenze a Santarcangelo

Molto soddisfatti, oltre agli organizzatori, ai 34 locali santarcangiolesi aderenti all’iniziativa e ai tanti negozianti rimasti aperti per l’occasione, le 50 aziende vitivinicole della Romagna

È all’insegna dei record l’edizione 2016 di Calici di Stelle. Raggiunge infatti quota 50mila la prima stima delle presenze fatta dagli organizzatori (Pro Loco e Città Viva) dell’evento dedicato al buon vino, che ogni estate torna a riempire il centro di Santarcangelo di cittadini, turisti e visitatori. Nonostante il tempo incerto in entrambe le serate, che alla fine sono state risparmiate da condizioni meteo avverse, la due giorni ha attirato tantissime persone, molte delle quali – stando ai contatti ricevuti dall’Ufficio informazioni turistiche e dalla Pro Loco – provenienti da città lontane e appartenenti ad altre regioni italiane. 

Molto soddisfatti, oltre agli organizzatori, ai 34 locali santarcangiolesi aderenti all’iniziativa e ai tanti negozianti rimasti aperti per l’occasione, le 50 aziende vitivinicole della Romagna che hanno proposto la degustazione dei migliori prodotti del territorio, prendendo altresì contatti interessanti a livello commerciale. Letteralmente preso d’assalto lo stand della Toscana, regione ospite di questa edizione, che festeggiava il 50° anniversario della Vernaccia di San Gimignano che nel 1966, primo vino in Italia, riceveva la denominazione di origine Docg. Numerosi anche i partecipanti ai tour guidati proposti dall’ufficio IAT-Pro Loco all’interno delle grotte, che prevedevano la degustazione di vini del territorio, nonché le visite alla postazione del gruppo Astrofili “Niccolò Copernico” in piazza Monache per scrutare la volta celeste e allo stand dell’Ausl della Romagna-Servizio Sert di Rimini per sensibilizzare a un consumo di alcol consapevole, in perfetta linea con lo slogan della manifestazione che invita a “bere poco e bene”, oltre a una postazione della Polizia Stradale per la prova dell’alcoltest.

Molto apprezzata anche la rassegna musicale dal vivo che ha accompagnato la due giorni con un ricco calendario di concerti di alto livello che si sono svolti contemporaneamente in otto aree del centro, nonché lo spettacolo di fontane danzanti, d’acqua e di fuoco, che si è tenuto in piazza Ganganelli chiudendo la kermesse tra gli applausi dei presenti. Da Massimo Berlini di Città Viva arriva il ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita dell’iniziativa, dai volontari della Pro Loco che hanno allestito e presidiato le diverse postazioni per l’acquisto di calici e tagliandi, ai residenti del centro storico, fino agli sponsor e ai media partner, nonché alle istituzioni pubbliche che hanno patrocinato l’evento (Comune di Santarcangelo, Regione Emilia Romagna, Camera di Commercio di Rimini).

“Al di là dei numeri e del successo, comunque incontestabile dell’iniziativa, è importante sottolineare che Santarcangelo viene sempre più scelta da persone e visitatori che provengono anche da lontano, come meta dove trascorrere una o più giornate all’insegna della scoperta di quanto essa ha da offrire sul piano turistico, culturale e commerciale”. “Questa manifestazione – conclude Berlini – contribuisce a rafforzare e far crescere il nome della nostra città nella sua globalità, al di là della riuscita della singola iniziativa che di per sé varrebbe molto meno se non fosse abbinata ad una proposta complessiva legata alla qualità. Dunque ancora un sentito grazie ai tanti volontari di Pro Loco e Città Viva che negli anni sono riusciti a far crescere questa manifestazione unendo promozione turistica e commerciale”.

Per il sindaco Alice Parma – che ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale nel corso della prima serata ringraziando gli organizzatori e i produttori per aver assicurato un grande successo anche quest’anno – Calici di Stelle si conferma come uno degli eventi che caratterizza Santarcangelo in maniera distintiva, dal momento che celebra uno dei prodotti, il vino, che fanno parte della sua identità e delle sue tradizioni più profonde. “Il fatto che con questa bella iniziativa – conclude il sindaco – l’enogastronomia di qualità si incontra con un successo di pubblico particolarmente significativo per entità e dunque non di nicchia, costituisce un valore aggiunto di straordinaria importanza che val la pena evidenziare e sul quale continuare a puntare anche in futuro”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calici di Stelle, edizione 2016 da record: 50mila presenze a Santarcangelo

RiminiToday è in caricamento