rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Cameriere muore a soli 22 anni. "Il Birrodromo ha perso un figlio, una tragedia inspiegabile"

Davide Berni abitava a Riccione, il malore nel cuore della notte. Vano il trasferimento all’ospedale di Cotignola specializzato in patologie cardiache

“Uno dei nostri figli non c’è più”. E’ un messaggio straziante quello che i titolari del Birrodromo di Riccione hanno affidato alla pagina Facebook del locale nel ricordo di Davide Berni, il collega di soli 22 anni morto a seguito di un malore accusato nella notte tra sabato e domenica. Il titolari del Birrodromo non si capacitano di quanto accaduto: “Sabato sera ci ha salutati sorridente, è stato qui con noi fino all’una, quando finito il turno è tornato a casa. Tre ore dopo è capitata una tragedia inspiegabile”.

Davide si è svegliato nel cuore della notte dicendo di non sentire più le gambe. Vana la corsa con il 118 al Bufalini di Cesena, come l’immediato trasferimento all’ospedale di Cotignola specializzato in patologie cardiache. “Hanno fatto di tutto per salvarlo – dicono in lacrime i colleghi -, ma aveva l’aorta lacerata. Siamo vicini ai parenti. Era uno di noi”.

Classe 1999, Berni per gli amici “Babu” aveva iniziato a lavorare al Birrodromo dai primi di giugno, ma era già un cliente abituale e tutti lo conoscevano da una vita. Abitava a Riccione, nel quartiere Fontanelle. “E’ un dolore difficile da descrivere – il messaggio scritto sui social -, non avremmo mai voluto scrivere un post come questo. Non ci avevamo mai pensato e soprattutto non lo potevamo immaginare in questo modo. Invece il destino ci ha riservato il momento più brutto della nostra storia e certamente delle nostre vite lavorative”.

Troppo presto per un ragazzo di 22 anni. Troppo velocemente: “Sei entrato al Birrodromo in punta di piedi con un rispetto fuori dalla media. Può sembrare facile parlare di una persona che non c’è più ma tu eri davvero un bravissimo ragazzo – si legge sulla pagina del Birrodromo -, che sarebbe stato con noi per tanto tempo. I tuoi amici, più che colleghi, ci hanno già comunicato che il tuo armadietto non verrà mai tolto e resterà al suo posto con la tua firma impressa sopra, così sarai lì a ricordarci ogni giorno che sei tra noi”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cameriere muore a soli 22 anni. "Il Birrodromo ha perso un figlio, una tragedia inspiegabile"

RiminiToday è in caricamento