Camorra, attentati dinamitardi per controllare appalti: arresti anche a Rimini

Ha interessato anche il Rimini un'operazione dei Carabinieri di Salerno, che hanno eseguito un'organizzazione criminale di stampo camorristico, eseguendo undici misure cautelari

Ha interessato anche il Rimini un'operazione dei Carabinieri di Salerno, che hanno eseguito un'organizzazione criminale di stampo camorristico, eseguendo undici misure cautelari. Il gruppo è accusato di aver messo a segno 16 attentati dinamitardi, la maggior parte a Siano (Salerno), per arrivare a controllare l'amministrazione locale e poi gestire le attività economiche e imprenditoriali nella zona.

Le misure cautelari, emesse dal gip del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Direzione distrettuale Antimafia, sono state eseguite con la collaborazione dei carabinieri delle provincie di Napoli, Avellino, Catanzaro, Rimini, Pesaro-Urbino, Palermo e Novara, dover sono state fatte numerose perquisizioni. Attraverso una serie di attentati incendiari, l'organizzazione si era posto l' obiettivo di instaurare un clima di terrore che avrebbe consentito, anche attraverso le elezioni comunali, di controllare con propri uomini la gestione amministrativa del comune di Siano (Salerno).

Secondo quanto ricostruito dall'accusa, l'organizzazione è nata dalle ceneri del disciolto clan Graziano della vicina Quindici (Avellino). Secondo quanto emerso dalle indagini, avrebbero messo a segno 16 attentati dinamitardi, la maggior parte a Siano (Salerno), per arrivare a controllare l'amministrazione locale e poi gestire le attività economiche e imprenditoriali nella zona.

Il lavoro degli inquirenti prese il via all'indomani di una serie di attentati incendiari - avvenuto tra gennaio 2009 e ottobre 2010 - contro autovetture, autocompattatori e persino contro la farmacia della sorella del sindaco di Siano, Sabato Tenore, vittima a sua volta di un altro atto intimidatorio con l'esplosione di una bomba carta dinanzi alla sua abitazione. Per il procuratore di Salerno Franco Roberti, "sicuramente il gruppo criminale avrebbe condizionato le elezioni amministrative per mettere ai posti di comando propri uomini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento