Camorra, inchiesta 'Mirror': confermati i capi d'imputazione ai 12 indagati

Confermati i capi d'imputazione per i 12 arrestati nell'ambito dell'operazione 'Mirror' dei Carabinieri, del 29 aprile scorso, che ha permesso di sgominare un'organizzazione dedita al riciclaggio del denaro proveniente da estorsioni e rapine

Confermati i capi d'imputazione per i 12 arrestati nell'ambito dell'operazione 'Mirror' dei Carabinieri del 29 aprile scorso, che Camorra a Rimini, "Mirron" stana estorsioni e riciclaggio
ha permesso di sgominare un'organizzazione dedita al riciclaggio del denaro proveniente da estorsioni e rapine.
Mercoledì mattina i militari del Nucleo Investigativo hanno dato esecuzione alla notifica in carcere ed agli arresti domiciliari dei provvedimenti richiesti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna,

Il Gip presso il Tribunale di Rimini, in occasione dell’emissione dei provvedimenti di cattura aveva già espresso la propria incompetenza a procedere nei confronti dei sopracitati, rimettendo gli atti alla Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna che concordava la linea investigativa dell’Arma e della Procura della Repubblica di Rimini, richiedendo le misure, tutte accolte, mantenendo invariato il quadro accusatorio ed i capi di imputazione già contestati dalla Procura ordinaria.

Nel medesimo contesto, il reparto procedente ha anche eseguito il delegato sequestro preventivo, ai fini della successiva confisca, dei seguenti beni mobili ed immobili, tutti ritenuti strumentali alle illecite attività poste in essere dal sodalizio, facenti capo direttamente o indirettamente agli indagati. Si tratta di 13 società dal valore sociale di circa 180.000 euro; di 16 conti corrente nonché libretti di risparmio e cassette di sicurezza numericamente in via di definizione; di 5 tra autovetture e motocicli di grossa cilindrata.  Confermato anche il sequestro di due night a Riccione e Rimini. Dei 12 arrestati, tre si trovano ai domiciliari.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento