Campo nomadi alla Grotta Rossa: alleanza tra i comitati contrari al progetto

In 150 si sono riuniti per stabilire una linea comune in vista della realizzazione delle microaree

Si è riunito nella serata di giovedì il comitato della Grotta Rossa contrario alla realizzazione della microarea che dovrà accogliere le famiglie nomadi. Circa 150 le persone che hanno partecipato all'incontro che ha visto, tra gli ospiti, il consigliere comunale leghista Matteo Zoccarato mentre, da parte del Comune, non si sono visti rappresentanti. Dalla discussione è emersa l'idea di definire un portavoce della Grotta Rossa preposto a relazionarsi con il resto dei comitati di quartiere interessati alle microaree. Gli abitanti della Grotta Rossa presenti nonché tutti gli ospiti hanno convenuto su un punto importante, e cioè che nessuno è contro qualcuno o contro categorie di persone in particolare, nella fattispecie i nomadi, ma che la rabbia dei cittadini nasce per un progetto nato male e sbagliato sotto tantissimi aspetti, a partire dal fatto di inserire i nomadi in microaree che hanno costi elevatissimi per la comunità e che comunque non permetterebbero assolutamente integrazione delle persone ma altresì creerebbero soltanto ulteriori ghetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento