menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cantautore riminese Costantino presenta “Freedom” e “Libertà”

Per il cantautore classe 1991 e originario di Pennabilli due versioni che idealmente si uniscono in un unico messaggio: un inno alla libertà di abbracciarsi, viaggiare e condividere

“Libertà” è il nuovo singolo di Costantino, il capitolo italiano di un racconto iniziato lo scorso agosto con “Freedom”. Per il cantautore classe 1991 e originario di Pennabilli, due versioni che idealmente si uniscono in un unico messaggio: un inno alla libertà di abbracciarsi, viaggiare, condividere, alla libertà di vivere. Se “Freedom” si caratterizzava per la sua dimensione dance ed era cantato in lingua inglese, “Libertà” punta invece su sonorità più raffinate e profonde; un brano che vuole spingere tutti a riflettere su chi siamo, su cosa e dove vogliamo andare, imparando dagli errori per migliorarci ogni giorno e sconfiggere i nemici che albergano dentro e fuori di noi.

Dopo aver calcato il palco di MTV Trl nel 2009, presentando i suoi due primi singoli da lui scritti e prodotti, Costantino si è dedicato esclusivamente agli studi; il suo esordio ufficiale si verifica così nel 2018, 9 anni dopo il suo debutto a MTV, con “Celebrità”, mentre nel 2019 raggiunge il podio di “Casa Sanremo”, primo cantautore solista alle spalle di due band. Alla fine dello stesso anno, produce il brano “Indaco”, un progetto sociale che ha consentito ai ragazzi in percorso presso la Comunità di San Patrignano di partecipare alla registrazione e alla realizzazione del brano e del video correlato, vedendoli coinvolti in prima persona. Dopo essersi laureato a pieni voti in design, Costantino ha intrapreso una specializzazione in social media marketing con la quale ha dato vita 5 anni addietro a HOBOH Art Factory, la sua agenzia creativa che vanta già diverse collaborazioni con brand sia italiani che stranieri.   

Come nascono “Freedom” e “Libertà”?
Nascono dal bisogno di evadere e di concentrarsi su pensieri positivi, sulla speranza.

Come hai avuto l’idea e l’ispirazione?
L’ispirazione è nata dalle contingenze nuove e difficili che tutti stiamo vivendo. Sentivo il bisogno di esprimere i miei pensieri e quello che stavo provando in prima persona, trascrivendoli come faccio sempre, sottoforma di musica.

Quanto c’è di Rimini in te, in questa canzone e in questo video?
C’è tutto e niente: Libertà lancia un messaggio universale, che tutti possono percepire e capire nel profondo. Parla di ciò che sta attraversando l’umanità intera. Con il passare dei mesi, lo stigma sociale si è diffuso ancora di più, intensificando paura e dubbi in ognuno di noi. Si deve combattere per superare questo mostro, avvalendoci di tutte le precauzioni ed indicazioni che tutelano noi stessi e gli altri. Partendo dal concetto di speranza, ho voluto raccontare quanto sia meraviglioso il nostro pianeta, nonostante tutto.

Un video nel quale ci sono contributi da tutto il mondo. Racconta.
Cercavo un’idea, qualcosa di forte da poter trasmettere nei fotogrammi di questo progetto, ma considerato il periodo non era facile. Parlando con la mia squadra, abbiamo pensato che poteva essere davvero risonante coinvolgere persone da tutto il mondo, raccontare di storie e di luoghi lontani, così come di realtà più vicine a noi. Questo è stato possibile grazie ad un portale di video recruiting che permette a videomakers da ogni parte del mondo di caricare i propri lavori che poi vengono acquistati.

Che cosa ti aspetti nel 2021? Per te, per Rimini, per tutto il mondo?
Non ho molte aspettative corali, avendo visto come le persone si sono comportate quest’estate sinceramente sono un po’ preoccupato: vedo ancora molto egoismo e poca solidarietà condivisa

Ne usciremo migliori o peggiori da questa pandemia?
Mi auguro ovviamente che questo tempo possa fare riflettere e lavorare al meglio su noi stessi per darci spunti di quotidianità più sani, più umani e meno superficiali.

La prima cosa che farai quando la vita tornerà ad essere quella pre-pandemia?
Mi piacerebbe fare un grande spettacolo e offrire quindi un po’ di intrattenimento e divertimento condiviso. Poi ricomincerò a viaggiare tanto.

Artista e imprenditore con la tua agenzia di comunicazione HOBOH. Come si conciliano queste due dimensioni apparentemente simmetriche?
Per me è un grande lavoro di responsabilità e di priorità. HOBOH mi porta via la maggior parte del tempo e delle risorse e sono contento di questo perché mi permette di investire poi nella musica e in tutto ciò che voglio. Lavorare sempre e comunque tra arte e creatività, mi dà la possibilità di non uscire dalla mia sfera e di rimanere sempre all’interno del mio campo d’azione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento