Riccione, iniziati i lavori per il sottopasso pedonale sull'Adriatica

L'opera è finanziata da tempo per un importo complessivo di 970.000 mila euro, ed era rimasta ferma per vincoli dettati dal patto di stabilità, ora superati

È stato avviato qualche giorno fa il cantiere per la realizzazione del nuovo sottopasso ciclo-pedonale della Statale 16 in corrispondenza del Vecchio Cimitero. La delimitazione del cantiere, iniziata lo lunedì scorso prevede anche le aree a mare e a monte della Statale 16, lungo le quali verrà realizzato il percorso alternativo della fognatura di raccolta delle acque piovane, le piste ciclabili provvisorie, la deviazione temporanea del traffico della Statale 16, per il tempo necessario alla realizzazione della struttura in cemento armato del sottopasso.

L'opera è finanziata da tempo per un importo complessivo di 970.000 mila euro, ed era rimasta ferma per vincoli dettati dal patto di stabilità, ora superati. Parte dei costi, per euro 181.803, sono coperti da un contributo del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare nel quadro degli incentivi per interventi di sicurezza stradale, mobilità attività (piste ciclabili e pedonali) e qualità ambientale nel suo complesso. La gara di aggiudicazione dell’intervento è stata vinta dal consorzio d’imprese ConsCoop di Forlì. I lavori sono affidati ad un’impresa associata, la CBR Cooperativa Braccianti Riminese.

Del progetto del nuovo sottopasso antistante il Vecchio Cimitero, si è occupata a suo tempo anche la Soprintendenza ai beni archeologi, eseguendo sondaggi e analisi del terreno, in quanto il cantiere interessa l’area in cui scorreva il tracciato dell’antica via Flaminia. Interessanti ritrovamenti di età protostorica, tra la prima età del bronzo e quella del ferro, sono riemersi inoltre negli scavi delle costruzioni dell’adiacente quartiere Papini e sono attualmente conservati nel Museo del Territorio di Riccione.

Il sottopasso sarà costituito da un attraversamento sotterraneo di 2,70 metri di altezza con due corsie di transito per le biciclette e un marciapiede per i pedoni. Sarà servito da un sistema di rampe e accessi su vari livelli. La prima fase dell’intervento vedrà la realizzazione di una nuova linea di fognatura per la raccolta delle acque piovane. Lo scavo correrà nel parco adiacente, a monte della Statale, dove verrà anche realizzata la pista ciclabile provvisoria. L’attuale attraversamento con semaforo a chiamata sarà spostato più a Nord di circa 50 metri, in corrispondenza della pensilina del trasporto pubblico.

La seconda fase sarà quella della deviazione del tracciato della Statale, che verrà ricavato nell’area antistante il parcheggio del vecchio Cimitero (piazzale dei salici). La Statale rimarrà deviata per un periodo di circa due mesi, il tempo necessario per realizzare lo scavo e completare la struttura in cemento armato del sottopasso, il cosiddetto “scatolare”. La deviazione verrà istituita entro il mese di gennaio 2014. La terza fase, ripristinato il tracciato della Statale, sarà il completamento delle rampe e degli scivoli di accesso, a mare, e il ripristino dell’area adiacente al cantiere.

La realizzazione dell’intervento nel suo complesso comporterà il sacrificio di diverse alberature (n.24) di varie età e specie. Il piano di rimboschimento predisposto dal Settore dei Lavori pubblici di concento con l’Ufficio Ambiente, prevede che alcune piante, le più giovani, possano essere espiantate e trasferite, mentre le altre debbano essere rimpiazzate da nuove alberature. Complessivamente è prevista la messa a dimora di 35 nuove piante, tra pini marittimi, lecci, magnolie e pioppi, nelle aree libere circostanti il nuovo sottopasso. In base al crono-programma concordato tra i tecnici comunali e l’impresa incaricata, i lavori del nuovo sottopasso si concluderanno entro il prossimo giugno 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento