Cronaca

Cantiere Trc, il Tar si riserva la decisione sul ricorso di Riccione

Il legali della Perla Verde: "Abbiamo illustrato le articolate ragioni che fondano il nostro ricorso, evidenziando particolarmente la illegittimità della condotta assunta dal Comitato di coordinamento"

In occasione della Udienza del TAR di Bologna, fissata per oggi, 9 ottobre, il collegio presieduto dal dott. Carlo d'Alessandro, dopo aver ascoltato le difese delle parti, rappresentate per il comune di Riccione dagli avv.ti Gianfranco Passalacqua e Thomas Layne, per AM dall’avv. Leonardo Bernardini e per la Regione dagli avv.ti Gaetano Puliatti e  Fabrizia Senofonte, presente anche l'avvocatura distrettuale in rappresentanza del Ministero delle infrastrutture, ha ritenuto, stante la complessità delle questioni sottoposte e la necessità di riscontri giudiziali di merito a tutela delle ragioni di pubblico interesse, di trattenere la causa in merito al ricorso con cui il Comune di Riccione richiede di poter sottoporre alla valutazione del CIPE le proposte di variazione al progetto del TRC, preannunciando la sua decisione nel merito, mediante sentenza in forma semplificata, con tempi particolarmente rapidi. "Abbiamo illustrato le articolate ragioni che fondano il nostro ricorso, evidenziando particolarmente la illegittimità della condotta assunta dal Comitato di coordinamento che, per il tramite di AM, ha impedito(e continua ad impedire) al CIPE, unico organo deputato, di pronunciarsi sulle modifiche richieste da Riccione, a tutela di esigenze ambientali paesaggistiche e finanziarie. La causa è stata motivatamente trattenuta in decisione. Attendiamo ora la sentenza, che dovrebbe uscire le prossime settimane. " Così gli avvocati Passalacqua e Layne al termine della udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere Trc, il Tar si riserva la decisione sul ricorso di Riccione

RiminiToday è in caricamento