rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Il capo della polizia Giannini al congresso del Silp. Confronto con Sadegholvaad sul tema baby gang

Il congresso nazionale del sindacato di polizia della Cgil, il Silp, ha vissuto una giornata particolarmente importante con la presenza del capo della polizia, prefetto Lamberto Giannini

Il congresso nazionale del sindacato di polizia della Cgil, il Silp, che si sta svolgendo a Rimini presso l'Hotel Ambasciatori, ha vissuto martedì (20 settembre) una giornata particolarmente importante con la presenza del capo della polizia, prefetto Lamberto Giannini, venuto direttamente da Roma per partecipare ai lavori e per la relazione del segretario generale uscente Daniele Tissone. I lavori sono stati introdotti dalla segretaria della Cgil di Rimini, Isabella Pavolucci, che ha ricordato il ruolo fondamentale svolto nella società dalle lavoratrici e dai lavoratori della Polizia di Stato, assicurando il sostegno del primo sindacato confederale italiano alle istanze rivendicative del comparto sicurezza.

E' stata poi la volta dell'intervento di Alberto Oppi, segretario provinciale riminese del Silp Cgil, che ha sottolineato gli sforzi del personale in divisa della cittadina romagnola per garantire la sicurezza, citando prima le difficoltà legate alla pandemia e poi il tema della guerra in Europa. Rimini infatti ha accolto molte donne e bambini provenienti dall'Ucraina, potendo contare sul senso di professionalità e sull'affetto dei poliziotti della Questura che, ha detto Oppi, hanno acquistato per i più piccoli anche giochi e caramelle. Alla kermesse del Silp Cgil era presente anche il sindaco di Rimini, Jamil Sadegholvaad, che ha ringraziato i convegnisti per aver scelto la cittadina da lui amministrata per questo importante evento e che si è confrontato in privato poi col capo della polizia sul tema della sicurezza ed in particolare sulla questione baby gang.

Daniele Tissone, segretario uscente, nella sua relazione ha ricordato la necessità del sindacato di rinnovarsi, gli sforzi da fare per migliorare l'organizzazione del lavoro della Polizia e nel contempo non arretrare, ma anzi avanzare, sul terreno dei diritti. Tissone, che lascia dopo 8 anni la guida del Silp Cgil, è stato salutato affettuosamente da tutti i delegati. Entro la giornata di domani 21 settembre si procederà all'elezione del nuovo gruppo dirigente nazionale e del nuovo segretario generale. E' stata poi la volta del capo della polizia Lamberto Giannini che ha concluso la parte pubblica dei lavori congressuali. Parlando dei problemi della Polizia e dei solleciti arrivati dal sindacato, Giannini ha detto che "tante sono le cose da fare e da migliorare, ma abbiamo anche fatto molte cose. Aver garantito la  normalità a fronte di una crisi pandemica che ha colpito metà del personale, ad esempio, è stato importante. Non abbiamo mai chiuso un ufficio e abbiamo sempre garantito il servizio". Giannini poi ha parlato della carenza degli organici: "La questione mi sta a cuore. Abbiamo ottenuto qualcosa lo scorso anno, è poco ma è un segnale. Serve uno sforzo assunzionale straordinario nei prossimi 5, 6 anni. Su questo c'è l'impegno assoluto dell'Amministrazione della pubblica sicurezza".

Infine, il capo della polizia si è soffermato sul tema dei suicidi in divisa: "Spesso troviamo situazioni che arrivano come fulmini a ciel sereno. Ritengo sia fondamentale la modifica dell'art. 48 perché aiuterà il personale ad aprirsi maggiormente". Il Silp Cgil ricorda che l'art. 48 del DPR 782/85 prevede il ritiro dell'arma e la sospensione dal servizio in casi particolari di disagio, ma spesso diventa un freno per il dipendente per comunicare i propri problemi. Ecco perché la modifica annunciata dal capo della polizia, tra l'altro obiettivo storico proprio delle rivendicazioni Silp Cgil, è importante. Alla parte pubblica del congresso nazionale Silp Cgil hanno partecipato anche la questora di Rimini Rosanna Lavezzaro, la vicaria Fiorenza Grazia Maffei, il prefetto di Rimini Giuseppe Forlenza, il prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, la vice prefetta Maria De Bartolomeis (responsabile ufficio relazioni sindacali nazionale), il dirigente della Polizia di Stato Domenico Cerbone in rappresentanza dell'ufficio cerimoniale di Roma, il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra e Fabrizio Spinetti della Cgil Nazionale. Una menzione speciale allo staff della segreteria nazionale Silp Cgil e allo staff della segreteria provinciale Silp Cgil di Rimini per l'eccellente lavoro di organizzazione svolto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il capo della polizia Giannini al congresso del Silp. Confronto con Sadegholvaad sul tema baby gang

RiminiToday è in caricamento