Carabinieri al campo sportivo: padre furioso insultava i giocatori avversari

Momenti di tensione al campo sportivo di Riccione sabato pomeriggio verso le 16.30 a causa di un padre un po' troppo tifoso e campanilista verso la squadra dove milita il proprio figlio.

Momenti di tensione al campo sportivo di Riccione sabato pomeriggio verso le 16.30 a causa di un padre un po' troppo tifoso e campanilista verso la squadra dove milita il proprio figlio. I Carabinieri sono dovuti intervenire con una certa urgenza in quanto il genitore di un calciatore della squadra locale ha iniziato ad insultare pesantemente i giovani giocatori della squadra opposta, composta da cattolichini.

Tutto ciò creava non poco allarme tra i presenti che hanno contattato con diverse telefonate il 112. I militari intervenuti sul posto hanno identificato l’uomo, lo hanno calmato e 'ammonito' e sono stati costretti ad intrattenersi all’interno del complesso per evitare degenerazioni della situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento