Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Scoperta dai carabinieri di Bellaria una maxi truffa nella vendita di animali

Individuato un allevamento clandestino di Pitbull all'interno di un condominio, denunciato un 30enne per maltrattamenti

A mettere i carabinieri di Bellaria sulle tracce di un allevamento clandestino di cani, e una maxi truffa sulla compravendita dei cuccioli, sono stati i residenti della zona che che si lamentavano per la continua presenza di numerosi quattrozampe all'interno di un appartamento di un condominio. Le indagini degli inquirenti dell'Arma sono così risalite fino a un 30enne, domiciliato in città ma residente a Cesena, che su internet reclamizzava la vendita di cuccioli di Pitbull. Il giovane, tuttavia, secondo quanto emerso era l'autore di numerosi "bidoni" agli acquirenti che, una volta pagato il cane, spesso e volentieri non riuscivano ad entrarne in possesso. E' così stato possibile scoprire che, il 30enne, aveva un canale pugliese dove reperire i cuccioli che, a loro volta, arrivavano clandestinamente in Italia dall'est Europa. Nella giornata di giovedì, i militari dell'Arma hanno ottenuto un mandato di perquisizione nell'appartamento bellariese del truffatore scoprendo tre cani, sempre di razza Pitbull, maltrattati tanto che, per uno di questi, è stato necessario ricorrere alle cure urgenti di un veterinario. Gli animali sono stati sequestrati mentre per il 30enne, risultato essere l'intestatario di 45 cani, è arrivata la denuncia a piede libero per truffa e maltrattamento di animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta dai carabinieri di Bellaria una maxi truffa nella vendita di animali
RiminiToday è in caricamento