Carcere dei “Casetti”, Arlotti al ministro Orlando: "Servono rinforzi"

“Nell'istituto penitenziario di Rimini sono reclusi ad oggi 120 detenuti di cui il 65% stranieri – ricorda Arlotti – e il personale di polizia penitenziaria secondo le previsioni del Decreto ministeriale del marzo 2013 risulta sotto organico"

Anche il personale di polizia penitenziaria dei “Casetti” deve avere rinforzi estivi al pari delle altre forze dell'ordine. E' ciò che chiede il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti nell'interrogazione depositata alla Camera e rivolta al ministro della Giustizia Andrea Orlando. Il parlamentare sottolinea la necessità di adeguare l'organico della casa circondariale di Rimini non solo alle previsioni normative, ma anche alle peculiarità del territorio e ai flussi di presenze turistiche che inevitabilmente richiamano soggetti che delinquono.

“Nell'istituto penitenziario di Rimini sono reclusi ad oggi 120 detenuti di cui il 65% stranieri – ricorda Arlotti – e il personale di polizia penitenziaria secondo le previsioni del Decreto ministeriale del marzo 2013 risulta sotto organico rispettivamente di 7 unità nel ruolo agenti/assistenti, di 9 unità nel ruolo dei sovrintendenti e 7 nel ruolo degli ispettori. I numeri non tengono tra l'altro conto della struttura, che essendo suddivisa in numerose sezioni richiede un maggiore impiego di personale rispetto ad istituti con analogo numero di detenuti ma con un numero inferiore di sezioni”.

Va soprattutto considerato che i “Casetti” si trovano in un territorio a vocazione turistica, con 330.000 abitanti residenti, ma con 15 milioni di presenze registrate e picchi sino a 4.500.000-4.700.000 nei mesi di luglio e agosto. “Presenze massicce che si riverberano evidentemente sulla delittuosità – osserva Arlotti -: nei mesi estivi il numero di ingressi alla Casa circondariale di Rimini aumenta sensibilmente e quest'anno nei soli luglio e agosto si sono registrati più di 120 ingressi e altrettante scarcerazioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il parlamentare sottolinea come nel rispondere alla sua interrogazione sui rinforzi estivi di polizia, già il Ministero dell'Interno abbia riconosciuto l’esigenza di servizi di ordine e sicurezza pubblica in aggiunta a quelli ordinari a Rimini e nelle località turistiche della provincia. Nell'interrogazione al ministro Orlando chiede quindi di intervenire, per quanto di competenza, per colmare il deficit di organico della polizia penitenziaria, attingendo anche alle nuove assunzioni previste, del personale amministrativo e degli educatori, e se non ritenga indispensabile inserire nella previsione di rinforzi alle dotazioni delle forze dell'ordine durante il periodo estivo nel territorio riminese, anche il rinforzo estivo del personale di polizia penitenziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento