"Vogliamo essere trasferiti", detenuti danno fuoco alla loro cella

Momenti di tensione nel carcere riminese dei "Casetti", i due nordafricani salvati dal personale della polizia Penitenziaria

Momenti di tensione, verso le 13 di lunedì, nel carcere riminese dei "Casetti", dove si è sviluppato un incendio all'interno di una cella. A dare fuoco agli arredi, secondo quanto emerso, sarebbero stati due detenuti tunisini che, a tutti i costi, volevano essere trasferiti dalla casa circondariale. L'allarme è scattato quando il personale della polizia Penitenziaria, in servizio in quell'ala, si è accorto del fumo che usciva dalla cella e, nonostante le fiamme, sono riusciti a portare in salvo i carcerati che, già in precedenza, avevano annunciato il gesto pur di essere portati in un altro istituto. L'incendio è stato estinto dagli agenti della Penitenziaria e, nonostante il fumo, non si sono registrati intossicati.

"Una situazione sempre più pericolosa - ha sottolineato Massimiliano Vitale, delegato regionale del Sappe, il sindacato della polizia Penitenziaria - che solo grazie alla straordinaria professionalità dei colleghi si è risolta nel migliore dei modi senza che nessuno si facesse male. E' solo per la dedizione del personale che, anche questa volta, non si sono registrati feriti ma, all'interno dei 'Casetti', si è oramai arrivati al limite. Gli agenti della Penitenziaria stanno scontando una mancanza di turnover e, l'età media, si è pericolosamente alzata. Il 90% del personale ruota intorno ai 50 anni e manca un ricambio generazionale. Al momento, tutti, hanno più di 25 anni di servizio e, da almeno 20 anni, non arrivano agenti giovani usciti dalle scuole. Anche sul fronte dei rinforzi estivi, le altre forze dell'ordine possono contare su almeno 400 unità mentre, la Penitenziaria, è stata lasciata a sè stessa nonostante tutte le promesse fatte dagli esponenti politici. A tutto questo, si aggiunge il fatto che la casa circondariale di Rimini non ha un direttore in pianta stabile dal 2013 tanto che, da allora, si sono avvicendati più di 7 dirigenti e la presenza di un dirigente della Penitenziaria rappresenta l’unico funzionario dei 3 previsti“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento