Cronaca

Carnevale sicuro: per la polizia di Stato 4 arresti e 12 denunciati in 24 ore

Il bilancio della Questura ha visto finire in manette un topo d'appartamento, un ladro e due ricercati dalle forze dell'ordine

Controlli serrati da parte della polizia di Stato che, in occasione dell'ultimo giorno di carnevale, ha pattugliato il territorio per garantire la sicurezza degli eventi nei vari angoli della città. Il bilancio delle ultime 24 ore ha visto finire in manette 4 persone mentre, altre 12, sono state denunciate a piede libero per vari reati. Nel dettaglio, ad essere arrestato è stato un topo d'appartamento, un 60enne di origine egiziana, con le accuse di lesioni, resistenza e violazione di domicilio. Il nordafricano, sorpreso dal padrone di casa all'interno dell'abitazione di Marina Centro, ha tentato la fuga ma è stato raggiunto dagli agenti delle Volanti. Vistosi braccato, il 60enne ha dato in escandescenza colpendo uno dei poliziotti ma, alla fine, è stato immobilizzato e portato in Questura. Deve, invece, rispondere di rapina e ricettazione un 22enne sul quale pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. I reati, secondo quanto emerso, erano stati commessi lo scorso gennaio quando una ragazza si era vista sottrarre il proprio cellulare mentre viaggiava sull'autobus e, dopo alcuni giorni, aveva riconosciuto nel 22enne chiedendo l'intervento della polizia di Stato. Dagli accertamenti degli inquirenti, il ragazzo non aveva esitato a colpire un amico della vittima per guadagnare la fuga. Nel corso della perquisizione, all'interno degli slip del giovane sono stati trovati ben 3 smartphone, tutti proventi di furto, che hanno fatto scattare anche l'accusa di ricettazione.

Per un 46enne, invece, è stato fatale il controllo stradale in quanto, al momento di fornire i documenti, è emerso che si trattava di un ricercato sul quale pendeva un ordine di carcerazione per l’espiazione di una pena residua. In fine, gli agenti della squadra Mobile hanno rintracciato un 33enne lettone, ospite all’interno di un residence sul lungomare di Rimini, nei confronti del quale pendeva un mandato di arresto europeo perché riconosciuto responsabile nel suo Paese di un furto e pertanto condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione. Lo straniero risulta avere pregiudizi di polizia anche in Italia per furto e detenzione e porto di arma bianca.

Per quanto riguarda le denunce a piede libero, tra queste spicca un 43enne di origine albanese deferito per incendio doloso appiccato in alcuni capanni nella zona di via Portogallo; un parcheggiatore abusivo straniero, clandestino sul territorio, sorpreso in zona ospedale e denunciato per estorsione e nei confronti del quale successivamente sono state avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale; un 24enne di origine siciliana denunciato per guida in stato di ebbrezza; un 42enne di origini campane denunciato per furto di uno smartphone all’interno di un hotel approfittando di un momento di distrazione del portiere notturno; un 24enne di origine albanese denunciato per lesioni; 4 stranieri di origine africana denunciati per essersi rifiutati di fornire le generalità; un 19enne di origine albanese denunciato per evasione per essersi allontanato dal domicilio ove scontava la misura cautelare degli arresti domiciliari per furto aggravato ed infine due cittadini italiani di origine campana per minacce e violenza privata in danno di un giovane riminese.

Il bilancio complessivo dei controlli ha visto venire identificate 470 persone, di cui 95 straniere, fermati 181 veicoli di cui, due, finiti sotto sequestro per mancanza della copertura assicurativa ed uno sottoposto a fermo amministrativo di tre mesi poiché adibito al trasporto di persone senza la relativa licenza; 94 contravvenzioni al Codice della Strada rilevate dalle pattuglie della polizia Stradale e 9 infine patenti ritirate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carnevale sicuro: per la polizia di Stato 4 arresti e 12 denunciati in 24 ore

RiminiToday è in caricamento