rotate-mobile
Cronaca

Una stagione di grandi live: da Zucchero ai Litfiba, ecco tutti i concerti da non perdere

Una cartellone dai nomi "pesanti" per la Riviera che accompagneranno in musica la primavera e l'estate con tour dalla caratura mondiale

Si prepara una stagione di live da urlo per la Riviera con una serie di concerti che accompagneranno la primavera e l'estate musicale insieme a nomi "pesanti" del panorama mondiale. Il tutto a dimostrazione di una gran voglia di tornare a cantare a squarciagola nei palazzetti e nelle piazze del territorio insieme ai big della musica tra pezzi di repertorio e novità.

Si parte il 15 aprile all'Rds Stadium di Rimini con la data zero del nuovo tour mondiale di Zucchero “Sugar” Fornaciari che, dopo l'uscita della sua ultima fatica discografica, torna a calcare i palchi. Un appuntamento che anticiperà il Word Wild Tour 2022 di Zucchero, che partirà in primavera dall’Inghilterra e porterà il cantante sui palchi di tutto il mondo. In Italia, Zucchero sarà protagonista sul palco dell’Arena di Verona con 14 concerti unici, dal 25 aprile all’11 maggio. Da venerdì 11 marzo intanto sarà in radio "Fiore di maggio", grandissimo successo di Fabio Concato che Zucchero ha deciso di reinterpretare e inserire nel suo ultimo disco "Discover" (Polydor/Universal Music). "Fiore di maggio ha una grandissima melodia, un testo poetico e molto romantico, è una bellissima canzone, che ha avuto un gradissimo successo, e che ho deciso di riproporre - dichiara Zucchero - proprio per mantenere alto e vivo il ricordo di questo emozionante brano di Fabio Concato". Composto da reinterpretazioni totalmente inedite e mai pubblicate, "Discover" è un album in cui Zucchero ha spogliato e rivestito, nel suo stile, iconiche canzoni del panorama musicale italiano e internazionale, unendo le sue due anime musicali: la miglior tradizione melodica italiana e le più profonde radici afroamericane. I brani di "Discover" e i più grandi successi di Zucchero verranno presentati live in Italia

Dopo una serie di rinvii, il 30 aprile al Nuovo Teatro Carisport Cesena è la volta di Raf e Tozzi. Lo spettacolo "Due. La nostra storia" ha riportato i due artisti live nei teatri. Due repertori indimenticabili, rivisitati a due voci, in un’atmosfera unica che si scalda grazie a una scaletta straordinaria, in cui non potranno mancare i loro grandi successi, da “Gloria” a “Self Control”, da “Si può dare di più” a “Cosa resterà degli anni 80”, da “Infinito” a “Ti amo”, ma anche “Ti pretendo”, “Gli altri siamo noi”, “Il battito animale”, “Immensamente”, il loro ultimo brano a due “Come una danza” e molti altri, tra cui la super hit, “Gente di Mare”.

Si torna a Rimini il 10 maggio con Samuele Bersani al Teatro Galli. Il tour 2022 si chiama Cinema Samuele dall’omonimo album discografico pubblicato nell’ottobre del 2020. L'album si è aggiudicato la Targa Tenco 2021 nella categoria "Miglior Album". L'album segna un nuovo percorso sonoro per l'artista, figlio di una lunga e attenta ricerca musicale. "Cinema Samuele" racconta la vita nelle sue infinite declinazioni, tra fragilità e senso di onnipotenza, incomunicabilità e sentimenti sinceri, ironia e visioni, tra passato che torna e presente che si impone. Samuele parte dal suo mondo, dal suo vissuto, ma diventa anche osservatore di ciò che lo circonda. In "Cinema Samuele" i suoni si avvicinano sempre più a quelli oltreoceano, ricchi, pastosi, sperimentali, in un percorso già iniziato negli ultimi suoi album dove chitarre elettriche e synt si mescolano al pianoforte e agli archi, da ascoltare a tutto volume. Un lavoro innovativo, prodotto e arrangiato dallo stesso Bersani con la collaborazione di Pietro Cantarelli, fuori da ogni etichetta perché questo è un disco rock, ma anche pop, cantautorale ma anche elettronico.

Sempre al Teatro Galli di Rimini l'11 maggio è la volta di Alice canta Battiato. Tra le cantautrici italiane più note e amate dal grande pubblico, Alice accompagna in un viaggio attraverso la produzione musicale di Franco Battiato, al fianco di Carlo Guaitoli, per molti anni suo collaboratore in qualità di pianista, arrangiatore e direttore d’orchestra. Il sodalizio artistico con Battiato ha caratterizzato una parte importante del percorso musicale e professionale di Alice, a partire dalla canzone Per Elisa - scritta insieme al cantautore siciliano e al violinista e compositore Giusto Pio - che la portò alle luci della ribalta vincendo il Festival di Sanremo nel 1981 e imponendosi nella hit parade nazionale e internazionale. Alice riesce a omaggiare l’artista con autenticità ed eleganza, non soltanto perché è stata sua collaboratrice e amica fin dagli esordi, ma soprattutto per quell’affinità artistica che li ha sempre legati, e che la rende un’interprete unica della musica di Franco Battiato. Alice parla di questo progetto, che prevede un programma tutto in omaggio a Battiato, come di un naturale proseguimento dell’album Gioielli rubati del 1985. La versione acustica dei brani di Alice canta Battiato, con i raffinati arrangiamenti e rielaborazioni per pianoforte di Guaitoli, impreziosisce l’intimità del concerto. Le canzoni sono scelte tra quelle a cui la cantautrice sente di poter aderire pienamente, e appartengono a diversi periodi compositivi di Battiato: alcune di queste non sono mai state eseguite prima d’ora, altre li hanno visti insieme sullo stesso palco, per la prima volta nel 2016, nel tour Battiato e Alice. Non manca un’incursione nella fase “mistica” del cantautore, senza dimenticare le collaborazioni e poi ancora i duetti storici e i brani scritti da Battiato in tempi più recenti inclusi negli album Samsara e Weekend. Queste le parole della Bissi: “Ora più che mai è mio profondo desiderio essere semplice strumento, insieme a Carlo Guaitoli, per quel che possiamo cogliere e accogliere, di ciò che Franco Battiato ha trasmesso attraverso la sua musica e i suoi testi, in questo suo straordinario passaggio sulla Terra”.

Il 27 maggio, al Nuovo Teatro Carisport Cesena, è la volta di Massimo Ranieri. Dopo aver ricevuto il premio della critica “Mia Martini” al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, Massimo Ranieri torna in teatro con “Sogno e son Desto”. Continua così il meraviglioso viaggio insieme al suo pubblico in una magnifica avventura, sospesa tra il gioco entusiasmante della fantasia e le emozioni più vere della vita. Massimo Ranieri, artista italiano fra i più amati di sempre, capace di vendere oltre 14 milioni di dischi nel mondo

Partono l'8 di luglio i concerti all'aperto dell'Arena della Regina di Cattolica con Irama, uno fra gli artisti italiani più amati e talentuosi degli ultimi anni, che presenta l’atteso Tour 2022. Con un totale di 31 dischi di platino e 4 dischi d’oro e oltre 1 miliardo e 200 milioni di stream e 650 milioni di visualizzazioni,  Irama si è da poco imposto al 72° Festival di Sanremo con Ovunque Sarai (classificatosi alla #4 posizione), il secondo brano italiano più ascoltato al mondo su Spotify e certificato disco di platino. Il 25 febbraio è uscito il nuovo album Il Giorno in Cui ho Smesso di Pensare (disco d’oro), progetto musicale maturo e vicino alle musicalità americane ed europee, concettualmente eclettico e liberatorio, che mixa la musica urban con quella tipicamente di matrice latin/pop.

Si prosegue poi il 15 luglio, sempre all'Arena della Regiona, con il live tour “Back to the Future" di ElisaUn messaggio per l'ambiente, un viaggio in 20 regioni, la collaborazione con UN SGD Action Campaign, una festa itinerante per la musica pensando al pianeta: Elisa torna sul palco con “Back to the Future Live Tour”, un mastodontico progetto live che la vedrà esibirsi in tutta Italia con una tappa all'Arena della Regina di Cattolica il 15 luglio. Le location dei live sono pensate sulla base di un protocollo per un basso impatto ambientale. E proprio l’interesse costante di Elisa per il Pianeta, ha portato l’ONU a nominare l’artista come primo Ally “Alleato” della Campagna SDG Action sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Le ambizioni delle SDG sono quelle di capovolgere il copione già scritto per ottenere un mondo più giusto pacifico, e green, e modellare una nuova realtà: una realtà in cui la crisi climatica non porrà fine all’umanità, perché l’umanità porrà fine alla crisi climatica. La campagna d’azione SDG delle Nazioni Unite chiede alle persone di tutto il mondo di #FlipTheScript: trasformare l’apatia in azione, la paura in speranza, la divisione nell’unione. È un viaggio di advocacy e di azione.

Si passa subito al 16 di luglio quando, nella stessa location, sarà la volta di Venditti e De Gregori. Per i due cantautori è il primo tour insieme dopo l’esordio comune con l’album "Theorius Campus" del 1972 e due lunghe carriere portate avanti in parallelo, hanno deciso di unire le forze e i repertori dando vita a uno show in cui interpreteranno in una nuova veste i rispettivi successi, accompagnati da un’unica band. I concerti, che arrivano a 50 anni esatti da quel disco che li vedeva insieme come duo e che li ha portati a  ri-registrato a due voci "Generale" e "Ricordati di me", capisaldi della loro produzione e della musica italiana: i due brani saranno contenuti in un 45 giri da collezione in uscita venerdì 4 marzo.

Si ritorna all'Arena della Regina il 23 luglio con Achille Lauro che porterà sul palco “Achille idol superstar – electric orchestra”. L’artista sarà accompagnato da 52 elementi, oltre ai 5 componenti della band, e porterà in scena uno show tutto nuovo, dagli arrangiamenti ai costumi, evoluzione di tutto ciò che abbiamo visto finora. Tra collaborazioni con importanti autori e compositori e brani più intimi scritti in momenti di piena solitudine, “Achille idol superstar si presenta come un ibrido: crossover tra diversi generi, stile unico e inconfondibile. Le nuove tracks cercano di aprire un varco che porta dritto alla musica internazionale, staccandosi dalle logiche di mercato con l’obiettivo di spingersi verso un mood autentico e originale. La cover di “Achille idol superstar è un’opera originale degli artisti internazionali contemporanei di origine italiana Miaz Brothers, attivi tra Londra e Valencia. La tecnica pittorica che utilizzano è estremamente particolare, perfetta per raccontare l’esperienza musicale di quest’album rappresentando la libertà di scegliere di essere ciò che si vuole essere, lasciando aperte interpretazioni, senza definizioni precise. 

Sempre il 23 luglio, ma alla Beach Arena, il live tour di Ghali sbarca sulla spiaggia di Rimini. Sarà un’estate con la musica al centro per l’artista chemai come ora ha sentito l’esigenza di condividere la propria musica con i suoi fan. I concerti saranno infatti un’occasione per ricordarsi di quanto sia essenziale quel tipo di esperienza comune che solo la musica dal vivo può dare; si tratta di far connettere le persone al di là delle differenze per sentirsi di appartenere

Il 30 luglio sempre all'Arena della Regina è la volta di Marracash che porta sul palco i suoi grandi successi e, soprattutto, i suoi due ultimi album da record, “Persona” e “Noi, loro, gli altri”. L'artista è atteso col "Persone tour", il ritorno live in grande stile di Marracash è ormai alle porte e, a conferma della fremente attesa dei fan, sono già 11 gli appuntamenti sold out. Con l’arrivo di un tour atomico e due album che non smettono di collezionare certificazioni e piantonare le posizioni più alte di tutte le classifiche, Marracash continua a confermarsi non solo come il King del Rap, ma anche come uno degli artisti più influenti dell’intera scena musicale italiana discografica e live.

La regina del rock Patti Smith sarà la protagonista di piazza Garibaldi a Cervia il 31 luglio. Vera icona del rock vivente, Patti Smith, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Amata, discussa, potente ed idealista, Patti Smith è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e, senza dubbio alcuno, tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa.

Ad agosto si torna a Cattolica con l'Arena della Regina che il 6 è pronta ad ospitare Blanco. Vincitore alla 72ma edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il brano Brividi insieme a Mahmood, presenta il Blu Celeste Tour. Il cantante può vantare il record del più ascoltato di sempre, in un solo giorno, sulla piattaforma Spotify.

Il 13 di agosto, sempre all'Arena della Regina, è la volta dei Pinguini Tattici Nucleari. "Dove eravamo rimasti tour" sintetizza tutta la voglia della band di andare avanti e ricominciare a vivere, lasciando alle spalle questi due anni di stop ai grandi eventi, una parentesi rubata da cancellare e dimenticare per ripartire -appunto- da dove si era rimasti. Se è vero che i Pinguini Tattici Nucleari non si sono mai fermati, con un’autentica collezione di Dischi d’Oro, di Platino, Doppio e Triplo Platino ad accompagnare il loro incredibile successo, è altrettanto vero che Dove eravamo rimasti tour è il modo più bello per tornare ai concerti ed estendere l’abbraccio ai fan che non hanno mai smesso di sostenerli in questo periodo dai tratti atipici. A vivere per primi questa attesissima esperienza saranno, con gli appuntamenti indoor di giugno, proprio coloro che da più tempo stanno attendendo impazienti il live della band e hanno già acquistato i biglietti per le date nei palasport. Dove eravamo rimasti tour cattura i Pinguini Tattici Nucleari nella fotografia più sfaccettata del loro sentire, che guarda al passato più lontano del primo tour importante e a quello più recente, colorato e iconico dell’esperienza sanremese, al presente della ripartenza e al futuro sempre più vicino dei live. 

Il 20 agosto tocca a Piero Pelù e i Litfiba per "L'Ultimo girone", il tour d'addio della band. Un evento che rappresenterà l’ultima occasione per vederli insieme dal vivo. “La sentite nell’aria la voglia di ritrovarsi sotto il palco per due ore di vera festa rock?”, chiedono i Litfiba ai loro fans sui social. Nell'anno in cui Piero Pelù spegne le 60 candeline negli ultimi 42 anni la rock band è stata più longeva e apprezzata del panorama italiano. Una storia che si può fregiare di successi discografici con 10 milioni di copie vendute e migliaia di concerti in Italia, Europa e nel resto del mondo, precursori come pochi del rock  cantato in italiano, ma anche fortemente legata a doppia mandata alla storia del nostro Paese, tra impegno sociale, battaglie civili/ambientali e diritti umani. Pochi artisti, infatti, possono vantare di aver affrontato, con così grande successo e perseveranza, una gavetta e un percorso lungo e tortuoso come quello della musica e dei suoi cambiamenti durante questi anni, a maggior ragione se parliamo di rock, come i Litfiba, la band presente ancora oggi non solo nel cuore di centinaia di migliaia di fan ma anche nella hall of fame della musica italiana.

A chiudere la stagione dei grandi live sarà Coez che, dopo il successo del concertone del Primo Maggio a Roma, si esibirà sul palco dell'Arena della Regina di Cattolica il 27 agosto. Coez è uno degli artisti più rappresentativi della scena musicale attuale, diventato il simbolo del nuovo cantautorato italiano nel 2017 con l’album “Faccio un casino”, che ieri sera ha fatto cantare e ballare tutto il pubblico del Concerto del Primo Maggio a Roma. “Essere liberi in tour” è il tour interamente sold out nei più importanti club italiani che si sta concludendo in questi giorni e questa estate continuerà a portare in giro le nuove canzoni tratte dal suo ultimo disco “Volare”, certificato oro, che contiene il brano “Come nelle canzoni”, tra i più trasmessi dalle radio e il più ricercato su Shazam negli ultimi mesi. Dopo oltre due anni di stop, il nuovo live di Coez diventa l’occasione per cantare a squarciagola anche i suoi successi tratti da “È sempre bello” (due dischi di platino) e “Faccio un casino” (quattro dischi di platino).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una stagione di grandi live: da Zucchero ai Litfiba, ecco tutti i concerti da non perdere

RiminiToday è in caricamento