rotate-mobile
Cronaca

Cartoon Club e Stefano Pivato due eccellenze riminesi, consegnato il Sigismondo d'Oro 2023

E’ stato assegnato a Cartoon Club, la manifestazione riminese che dal 1985 è punto di riferimento del mondo comics, e al professor Stefano Pivato, accademico, storico e saggista, il Sigismondo d'Oro

E’ stato assegnato a Cartoon Club, la manifestazione riminese che dal 1985 è punto di riferimento nel panorama nazionale e internazionale del mondo comics, e al professor Stefano Pivato, accademico, storico e saggista, il Sigismondo d'Oro 2023, il riconoscimento civico che ogni anno viene attribuito ai riminesi che abbiano onorato la città di Rimini con la propria attività. La cerimonia al Teatro Galli ha vissuto due momenti particolari: ad aprire la serata un monologo in dialetto omaggio a Rimini di Mauro Vannucci, in chiusura spazio alla musica e ai giovani con cinque trombettisti allievi del Conservatorio Lettimi, guidati dal maestro Marco Bellini. “E' un modo per ricordare la nostra candidatura a Capitale della Cultura per il 2026, con un dossier dal titolo insolito Vieni Oltre – ha esordito il sindaco -. Dialetto e modernità, tradizione e contemporaneità, a segnare l'unicità di Rimini”.

Cartoon Club

Per avere trasformato la passione e la curiosità individuali in fatto culturale collettivo, rendendo il Festival patrimonio della comunità riminese, nazionale e internazionale, organizzato da quasi 40 anni con standard di altissima qualità;

Per avere seguito, interpretato e anticipato l'evoluzione del fumetto, della graphic novel, dell'animazione e del gaming, trasformandoli in fenomeno creativo capace di leggere la società attraverso un linguaggio popolare e coinvolgente;

Per avere sempre posto lo sforzo ideale e organizzativo della manifestazione a servizio di un concreto impegno civile che, attraverso la forma universale, artistica, drammatica, ironica e divertente del 'baloon', mira a stimolare l'analisi critica e la partecipazione attiva al bene comune.

Stefano Pivato

Per avere costantemente rimarcato, nella sua intensa attività di accademico, studioso e saggista, la centralità della persona e dei suoi sentimenti come insostituibile fulcro e motivazione del cambiamento collettivo della Storia e della Società Italiana nell'ultimo secolo;

Per avere offerto, durante tutta la vita, un contributo fondamentale a un approccio realmente democratico e inclusivo verso l'oggetto 'cultura', abbattendo barriere esclusive ed elitarie.

Per avere esercitato la leva dell'entusiasmo e della curiosità per descrivere e collocare nel contesto più corretto e rispettoso settori e campi della storia e del costume italiano, donandogli una dignità inedita e stimolando per questo l'immedesimazione che è anticamera di partecipazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartoon Club e Stefano Pivato due eccellenze riminesi, consegnato il Sigismondo d'Oro 2023

RiminiToday è in caricamento