rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Zona Ospedale / Viale Luigi Settembrini

Casa della salute, posata la prima pietra. Un polo di cinque piani dedicato ai servizi di cura primaria

Parte il cantiere, 9 milioni di investimenti. Ma sarà il primo di una lunga serie, il direttore generale Tiziano Carradori annuncia in provincia altri sette nuovi presidi sanitari per un totale di 40 milioni di euro

Un edificio di cinque piani, per una superficie di 6 mila metri quadrati, con un costo di 9 milioni di euro. La Città di Rimini avrà la sua prima casa della salute. L’obiettivo è quello di vederla conclusa entro il dicembre 2026, questo il cronoprogramma annunciato martedì (1 marzo) nel corso di una conferenza stampa dal direttore generale dell’Ausl Romagna Tiziano Carradori, dal direttore sanitario Mattia Altini e dal direttore progettazione e sviluppo edilizio Enrico Sabatini. La nuova casa di comunità ha visto la posa della prima pietra da parte del sindaco Jamil Sadegholvaad e vedrà nel corso di questo mese di marzo l’incarico ai professionisti per l’apertura del cantiere.

Viabilità - All'ospedale sarà più facile parcheggiare, in arrivo 200 posti auto

La struttura sarà a pochi metri dall’ospedale Infermi, si tratta del terreno adiacente al padiglione Ovidio, confinante con via Luigi Settembrini e con la strada di accesso al Pronto soccorso. Al suo interno troveranno collocazione servizi, attività sanitarie, socio sanitarie e gli sportelli dell’Ausl, ci saranno le attività legate alla prevenzione e alla promozione della salute, lo spazio per i pediatri e l’assistenza per non autosufficienti, oltre alla rete cure pallative. L’edificio vedrà la nascita di un percorso di accoglienza a partire dall’ingresso principale. Gli attuali servizi attualmente presenti alla palazzina di via Circonvallazione saranno in futuro destinati a essere inglobati nella nuova Casa della salute.

Il nuovo edificio non sarà però l’unico presidio sanitario che nascerà in città. E’ il sindaco Jamil Sadegholvaad ad anticipare le mosse future: “Le Case della salute che sorgeranno sul territorio di Rimini sono in totale tre, a questa principale sorgeranno altre due case una a Rimini Sud e una a Rimini Nord”. E il direttore generale dell'Ausl Tiziano Carradori si addentra sul tema, sottolineando come il progetto è ancora più ambizioso: i prossimi anni vedranno fondi complessivi di investimenti pari a 40 milioni di euro per la sanità e saranno utilizzati anche per Case della Salute a Novafeltria, Santarcangelo di Romagna, Cattolica, Riccione e Bellaria. “Il Covid ci ha insegnato che è utile avere una sanità diffusa – spiega il primo cittadino -, con la posa della prima pietra andiamo ad annunciare il primo atto concreto di svolta”. Durante la presentazione l’assessore Kristian Gianfreda ha poi annunciato che verranno svolti 7 incontri tematici per coinvolgere la cittadinanza per accogliere le proposte in vista dell’organizzazione dei servizi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della salute, posata la prima pietra. Un polo di cinque piani dedicato ai servizi di cura primaria

RiminiToday è in caricamento