Case dell’acqua di Bellaria, oltre centomila bottiglie in plastica risparmiate

Buona la risposta della città a nove mesi dall’inaugurazione della prima struttura e ad appena due mesi dall’entrata in funzione di quella in via Orazio

Le “case” per l’erogazione di acqua potabile installate sul territorio comunale raggiungono quota centomila: tante sono le bottiglie di plastica risparmiate grazie all’utilizzo delle due strutture, l’una presso il “Parco del Comune” e l’altra tra via Orazio e via Baldini, da quando esse sono in funzione. I dati, forniti dalla Celli S.p.A che ha prodotto le due “FonteAlma” presenti nel centro di Bellaria ed in zona Bordonchio, riferiscono di un positivo utilizzo da parte dei cittadini di Bellaria Igea Marina, in primis della casa dell’acqua che si trova in prossimità di via Don Milani: inaugurata nel luglio 2014, la struttura ha erogato oltre 140.000 litri tra acqua naturale ed acqua frizzante, con una media di circa 450 litri giornalieri. Buono anche l’impatto della ‘giovanissima’ casa dell’acqua di Bordonchio, entrata in funzione appena due mesi fa: già erogati quasi 9.000 litri d’acqua, con una media di circa 150 litri al giorno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’utilizzo delle case dell’acqua offre vantaggi in termini di qualità e risparmio economico: il costo dell’acqua della casetta, infatti, è di cinque centesimi al litro, sia essa ‘liscia’ o frizzante. Una convenienza pari all’alto grado di sostenibilità garantito dal consumo di acqua di acquedotto, basti pensare che per la produzione e il trasporto della classica bottiglia in plastica, vengono consumati acqua e petrolio in abbondanza, con notevoli emissioni in atmosfera legate alla raffinazione (ossidi di zolfo, monossido di carbonio, anidride carbonica): è quantificabile in quasi 13.000 chili, il risparmio di CO2 equivalente ottenuto dall’utilizzo delle due strutture di Bellaria Igea Marina. Così l’Assessore alle Politiche dell’ambiente Gianni Giovanardi: “E’ nostra intenzione continuare ad incentivare il consumo dell’acqua erogata dalle due ‘casette’, in un’ottica di risparmio energetico, consumo responsabile ed anche sicuro, poiché l’acqua viene analizzata periodicamente per garantirne la conformità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento