rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Riccione

Case svaligiate durante la finale dell'Italia, incredibile nascondiglio degli arnesi da scasso

I malviventi per spostarsi in città utilizzavano una vettura con le targhe clonate artigianalmente, recuperata tutta la refurtiva

Mentre tutta Italia era davanti ai televisori per seguire la finale degli Europei per poi riversarsi in strada a festeggiare, tre malviventi hanno approfittato della situazione per mettere a segno dei furti negli appartamenti lasciati incustoditi ma la banda è stata intercettata dai carabinieri che hanno arrestato quattro nomadi e recuperato la refurtiva. L'indagine lampo degli inquirenti della Compagnia di Riccione e della Tenenza di Cattolica è partita dai sopralluoghi dei due colpi, uno avvenuto nel comune di Montescudo – Monte Colombo e l'altro nella Perla Verde dove, a sparire, erano stati monili d'oro. Dall'analisi delle telecamere che sorvegliano la città è emerso che l'elemento ricorrente era una vettura di colore scuro ripresa davanti agli obiettivi in orari compatibili con il furto. Gli ulteriori accertamenti hanno permesso ai carabinieri di risalire all'intestatario del mezzo che è risultato essere alloggiato con altre tre persone in un hotel di Misano Adriatico. All'alba di lunedì è scattato il blitz che ha permesso di fermare tre nomadi: un 34enne, un 39enne e un 31enne tutti già noti alle forze dell'ordine per reati legati ai furti in appartamento e che si trovavano in Riviera insieme ad altre due donne.

auto1-2

L'accurata perquisizione della vettura è stata una vera sorpresa per i carabinieri che, nascosti in maniera fantasiosa, hanno trovato una serie di doppi fondi con tutti gli arnesi da scasso oltre a degli adesivi che riproducevano numeri di targa di altri veicoli. In un cassetto, ricavato all'interno del cruscotto, è stato anche scoperto un flessibile. La refurtiva, invece, era stata nascosta nella tappezzeria del cielo dell'abitacolo che è stato smontato permettendo di recuperare l'intero bottino dei colpi messi a segno durante la partita di calcio. I tre, su disposizione del pubblico ministero, sono stati quindi sottoposti a fermo e trasferiti in carcere in attesa della convalida mentre le due donne sono state denunciate a piede libero.

auto2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case svaligiate durante la finale dell'Italia, incredibile nascondiglio degli arnesi da scasso

RiminiToday è in caricamento