Caso Carim, interviene il pm: ''Non ci sono indagati''

Interviene il sostituto procuratore di Rimini, Paolo Giovagnoli, sul caso Carim. Il magistrato ha riferito che non è stato inviato alcun avviso di garanzia ai dipendenti della banca riminese

Interviene il sostituto procuratore di Rimini, Paolo Giovagnoli, sul caso Carim. Il magistrato ha riferito che non è stato inviato alcun avviso di garanzia ai dipendenti della banca riminese. Nei giorni scorsi gli organi d’informazione locale avevano riferito che un centinaio di impiegati erano stati indagati per presunte irregolarità nell'applicazione della normativa antiriciclaggio. La maggior parte delle segnalazioni raccolte dalla Finanza saranno quindi archiviate.

Al vaglio degli investigatori ci sono una ventina di transizioni, con un flusso di denaro di circa tre milioni di euro. Intanto tutte le sigle sindacali dei bancari riminesi Fabi, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil e Uilca hanno promosso un’assemblea generale in programma giovedì 4 agosto.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento