rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Caso Gessica Notaro, Maurizio Costanzo condannato a risarcire 40 mila euro. Ironizzò in tv sul gip

Condanna per Maurizio Costanzo, 84 anni, giornalista e presentatore televisivo, accusato di diffamazione aggravata nei confronti del giudice per le indagini preliminari di Rimini, Vinicio Cantarini

Condanna per Maurizio Costanzo, 84 anni, giornalista e presentatore televisivo, accusato di diffamazione aggravata nei confronti del giudice per le indagini preliminari di Rimini, Vinicio Cantarini, 56 anni, nativo di Loreto (Ancona). Il giornalista, in trasmissione tv, si era lasciato andare a toni molto accesi, per condannare e probabilmente anche per difendere in buona fede l'ospite che aveva invitato, Gessica Notaro, la 32enne riminese sfregiata con l'acido dal suo ex fidanzato. La donna fu vittima dell'aggressione il 10 gennaio del 2017, a Rimini, sotto casa. A tre mesi dai fatti Maurizio Costanzo l'aveva invitata al salotto di Canale 5, il “Maurizio Costanzo show”.  

Come riporta AnconaToday nella puntata, trasmessa il 20 aprile del 2017, il noto conduttore avrebbe usato modi offensivi sull'operato del giudice del tribunale di Rimini Vinicio Cantarini, per una misura cautelare emessa nei confronti dell'ex di Notaro, relativa ad episodi di stalking precedenti al fatto dell'acido (nel 2016). Costanzo in trasmissione se ne era uscito così: "Complimenti a questo gip, vogliamo dire il nome del gip che ha fatto questo? Diamo il nome. Io mi voglio complimentare col gip. Dico al Csm, al Consiglio Superiore della Magistratura: fate i complimenti da parte mia a questo gip che ha deciso questo". Subito era partita una diffida e poi la denuncia e il processo celebrato al tribunale di Ancona perché Rimini era incompatibile visto che la parte offesa lavora proprio lì.

Il tribunale di Ancona mercoledì scorso ha condannato Costanzo ad un anno per diffamazione aggravata dal mezzo radiotelevisivo. La giudice Maria Elena Cola ha subordinato la sospensione della pena ad un risarcimento di 40mila euro al giudice, parte civile nel processo con l'avvocato Nazzareno Ciucciomei. La difesa di Costanzo ha sostenuto che non c'era volontà diffamatoria, il gip era stato invitato anche a partecipare alla trasmissione, e adesso potrà ricorrere in appello. Per l'accusa invece Costanzo avrebbe offeso la reputazione del giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Gessica Notaro, Maurizio Costanzo condannato a risarcire 40 mila euro. Ironizzò in tv sul gip

RiminiToday è in caricamento