menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher prende a calci e pugni Carabinieri e finisce in cella

Un 22enne di nazionalità albanese, residente a Cattolica, è stato arrestato dai Carabinieri della Tenenza di Cattolica con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Bloccato dai Carabinieri mentre si apprestava a spacciare della cocaina a due pesaresi. Un 22enne di nazionalità albanese, residente a Cattolica, è stato arrestato dai Carabinieri della Tenenza di Cattolica con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, impegnati in un servizio antidroga, hanno sorpreso l’extracomunitario, dopo esser uscito di casa, avvicinarsi ad una “Subaru” a bordo della quale vi erano un cuoco di 22 anni ed un operaio di 23.

L’albanese, quando si è accorto della presenza dei Carabinieri, ha lasciato cadere per terra due involucri contenenti 1,6 grammi di cocaina, per poi tentare inutilmente la fuga. Il pusher è stato bloccato dopo una colluttazione con i militari, colpiti con calci e pugni. A seguito del fermo, gli uomini dell’Arma hanno controllato anche un operaio svizzero di 44 anni, residente a San Giovanni in Marignano, trovato con 0,8 grammi di cocaina che l’albanese gli aveva venduto.

La conseguente perquisizione domiciliare dell’abitazione del giovane albanese ha consentito di rinvenire e sequestrare circa 70 grammi di sostanza taglio, un bilancino di precisione e materiale idoneo per il confezionamento delle dosi. Il 44enne operaio di San Giovanni in Marignano è stato quindi segnalato alla Prefettura di Rimini quale assuntore di stupefacenti mentre il 22enne albanese è in attesa del processo per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento