menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cattolica avvia un corso di formazione per educatori ed insegnanti di nido ed scuola infanzia

A condurla il filosofo Alberto Carraro, tema degli incontri: Il sistema integrato “zerosei”: spazio fisico- spazio mentale

Il settore Pubblica Istruzione del Comune di Cattolica, a seguito della chiusura di tutte le strutture scolastiche, comprese le scuole dell’infanzia ed il nido d’infanzia, ha elaborato una strategia di interventi finalizzati a trasformare questo tempo “distante” in un tempo di riflessione, di crescita e di avanzamento delle relazioni tra bambini ed insegnanti/educatori, tra scuola e famiglie e tra lo stesso personale educativo ed insegnante. E’ stato pertanto elaborato un Progetto tripartito, denominato “Distanti ma uniti” destinato ai piccoli della fascia di età 0-3 anni del nido d’infanzia, ai bambini delle scuole dell’infanzia della fascia 3-6 anni ed un terzo ancora per i piccoli di età 0-3 anni frequentanti il servizio integrativo al nido spazio giochi, grazie al quale per quanto possibile si lavora per ridurre le distanze, appunto, e non interrompere il ritmo scolastico annuale tra tutti i soggetti che agiscono nello spazio-scuola. Per tutte le insegnanti delle scuole dell’infanzia di Cattolica e per tutte le educatrici del nido, siano esse comunali o statali, è stata organizzata una ulteriore fase di formazione, condotta questa volta dal filosofo Alberto Carraro dal titolo: Il sistema integrato “zerosei”: spazio fisico- spazio mentale.

Il transito dei bambini più piccoli dallo spazio familiare allo spazio sociale è determinante per lo sviluppo cognitivo e affettivo di coloro che si preparano a fare il loro ingresso nella vita sociale. Il lavoro educativo è apertamente collegato a uno specifico accompagnamento al desiderio di apprendere e per questo motivo richiede una dimensione di collaborazione e di scambio tra il personale educativo e docente che andrebbe orientato a individuare e organizzare una strategia comune di intenti. Il raggiungimento di questi obiettivi tende a qualificare la professionalità degli operatori e al tempo stesso la qualità del servizio offerto alle famiglie e alla comunità. Si tratta di prendere consapevolezza di una funzione sociale di altissimo livello per lo sviluppo futuro della società cui tutti apparteniamo.

Gli incontri prendono avvio oggi, mercoledì 24 marzo alle ore 10, e proseguiranno venerdì 26 e mercoledì 31 marzo, differenziati per educatrici del nido ed insegnanti della scuola d’infanzia, per una durata ciascuno di due ore. Se sarà possibile, si vorrebbe stabilire un nuovo contatto con il Prof. Carraro, nel quale le insegnanti e le educatrici portino le esperienze nate da questi primi incontri e traccino con lui un bilancio relativo ai risultati conseguiti, nel rapporto con i bambini e nella consapevolezza del proprio ruolo, didattico e sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

Attualità

Ciak in Romagna, avanti con i casting per il film "Le proprietà dei metalli"

Auto e moto

Cambio gomme: scatta l'obbligo di montare le estive


Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento