rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Call center dello spaccio, il pusher arrivava su ordinazione

Arrestato dagli inquirenti della Mobile un nordafricano, le "ordinazioni" di droga arrivavano via telefonino

Si è conclusa con l'arresto di un 34enne nordafricano l'indagine della squadra Mobile di Rimini che, nella giornata di giovedì, ha catturato il pusher che riforniva la città di Cattolica. Gli inquirenti della polizia di Stato erano da tempo sulle tracce dello straniero che, per non farsi pizzicare in flagranza, era solito lavorare esclusivamente via cellulare con i propri acquirenti per poi dare loro appuntamento sempre in posti diversi. Dopo una serie di appostamenti, gli agenti hanno rintracciato il 34enne in una tabaccheria mentre era al telefono con un cliente con il quale stava contrattando la consegna di stupefacenti. Finita la chiamata, il nordafricano si è incamminato per raggiungere il compratore e, appena i due si sono incontrati, è scattato il blitz della Mobile.

Il pusher è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish e del denaro in contate, di cui una parte appena ricevuta dall'acquirente. La successiva perqusizione nella stanza d'albergo dove il nordafricano viveva ha permesso di scoprire 3mila euro in contanti ritenuti il provento dello spaccio. Il tutto è valso al 34enne un paio di manette e, dopo essere stato portato in Questura per gli accertamenti di rito, è stato trasferito nel carcere riminese dei "Casetti" in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Call center dello spaccio, il pusher arrivava su ordinazione

RiminiToday è in caricamento