rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Cattolica chiude il ciclo di incontri sulle politiche di genere: "8 marzo è tutto l’anno"

Momenti di riflessioni e confronto, spettacolo e cultura per raccontare le varie sfaccettature dell’universo femminile. Dal vissuto personale alla sfera sentimentale, sino all’impegno sociale ed all’attivismo contro la violenza

Si concludono gli appuntamenti aperti e gratuiti attraverso cui l’Amministrazione Comunale di Cattolica ha voluto dedicare l’intero mese di marzo al racconto delle donne. Momenti di riflessioni e confronto, spettacolo e cultura per raccontare le varie sfaccettature dell’universo femminile. Dal vissuto personale alla sfera sentimentale, sino all’impegno sociale ed all’attivismo contro la violenza di genere e per la promozione delle pari opportunità. “Si chiude un mese ricco appuntamenti ma l’obiettivo è quello di mantenere alta l’attenzione - sottolinea l’Assessora Claudia Gabellini - sui temi di diversabilità, contrasto alla violenza, per raggiungere vere pari opportunità”.

"Un ringraziamento - spiega la nota stammpa - va a tutte le realtà che hanno contribuito alla realizzazione degli appuntamenti e che si impegnano stabilmente e quotidianamente sul territorio. Una rete che ha visto unirsi i Servizi Culturali del Comune di Cattolica, l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sezione Rimini), l’Associazione MondoDonna Onlus, il Centro Antiviolenza CHIAMA ChiAMA. Tra gli ospiti intervenuti figurano Mengi Cavallari ideatrice del Progetto #NONRESTAREZITTA, Alessandro Baronciani fumettista ed illustratore, Tiziana Lazzari professoressa UniBo, la giornalista Cristina Tassinari, Claudia Marchi Lovecoach, Lally Masia Hair stylist, l’attore Silvio Castiglioni e l’illustratice Georgia Galanti, la Consigliera provinciale alle Pari Opportunità Barbara Di Natale. In biblioteca è stata allestita una vetrina digitale di libri per bambine e bambini, ragazze e ragazzi contro gli stereotipi di genere. “In molti hanno voluto portare il proprio contributo – continua la Gabellini – con il risultato di aver donato alla comunità degli appuntamenti davvero significativi ai quali la cittadinanza ha risposto con grande partecipazione”. L’attenzione sul territorio è massima, e gli incontri proseguiranno periodicamente.

Un ruolo fondamentale lo svolgono le Forze dell’Ordine con le quali l’associazionismo locale non ha mancato di interfacciarsi. “Lo scorso mese – spiega Chiara Mussoni, Referente del Centro Antiviolenza Chiama ChiAma distretto di Riccione – abbiamo avuto modo di sederci attorno ad un tavolo con la Polizia Municipale di Cattolica, il nuovo comandante dei Carabinieri, Vincenzo Sirico, gli Assessori alle Politiche Sociali ed alle Pari Opportunità di Palazzo Mancini. Si è trattato di un momento per aggiornarci e confrontarci sulla azioni messe in campo per sostenere le donne subiscono violenza. Abbiamo condiviso le linee guida per raccogliere con le giuste sensibilità le denunce, esiste in tal senso un filo diretto tra Centro Antiviolenza, Amministrazione e le Forze dell’Ordine che ci consente una rete di protezione grazie alla quale le donne hanno possibilità di rivolgersi a noi e richiedere sostegno nella massima sicurezza. Troveranno una porta aperta 365 giorni all’anno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolica chiude il ciclo di incontri sulle politiche di genere: "8 marzo è tutto l’anno"

RiminiToday è in caricamento