Cattolica Città Solidale, fondi dal Comitato Ventena per i più bisognosi

L’Assessore Pesci: “Un grazie di cuore per questa iniziativa che andrà a sostenere chi ha più di bisogno”

Un ringraziamento di vero cuore al Comitato del quartiere Ventena. È quello che arriva dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cattolica. Nei giorni scorsi, infatti, il Comitato tramite il suo presidente, Mauro Pecci, ha annunciato il deposito della somma di 1300 euro a sostegno del progetto “Cattolica Città Solidale”, un fondo gestito dagli uffici comunali che si occupa di destinare piccole cifre, a seconda delle necessità, a persone svantaggiate e in forte difficoltà economica nel territorio cattolichino. La somma è frutto della raccolta benefica organizzata tramite la cena solidale svoltasi qualche settimana fa presso il Parco della Pace.

“Siamo molto grati a questi cittadini volenterosi e generosi. Al Comitato – commenta l’assessore Patrizia Pesci – va un grazie di vero per questo gesto. Il loro è un esempio positivo di sostegno gratuito ed incondizionato verso chi realmente più bisogno. Confidiamo in una proficua collaborazione futura che non si esaurisca in questa esperienza. A noi adesso il compito di dare seguito alla loro donazione. Per far questo, utilizzeremo il nuovo sistema di gestione dei contributi che ci permette di ridurre i tempi di attesa dell’elargizione dei sussidi e di usare la tessera sanitaria come fosse un vero e proprio bancomat, in maniera trasparente, facile e veloce, con controlli e monitoraggi da parte del comune”.

I contributi saranno caricati dagli uffici comunali sulla tessera sanitaria tramite portale informatico ed un SMS avviserà gli utenti della disponibilità di risorse. Il sussidio potrà essere speso per l’acquisto di beni di prima necessità (prodotti alimentari, farmaceutici, pagamento delle utenze, libri scolastici). Al Comitato Ventena, infine, verrà inviato un resoconto sull’effettivo impiego della cifra tramite un report che comunque garantirà la privacy dei singoli individui destinatari. L’obiettivo è che sia garantito l’ottimale utilizzo delle risorse ed il più ampio raggio di intervento in favore delle categorie più deboli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento