La Regina sventola bandiera verde, per i pediatri la spiaggia è adatta ai bambini

Qualità delle acque e strutture idonee per le famiglie. Dal 2012 si fregia di questo riconoscimento, cerimonia di consegna il 27 giugno ad Alba Adriatica

“Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare e, nelle vicinanze parchi, gelaterie, strutture sportive, locali per l'aperitivo e ristoranti per i grandi”. Sono queste alcune delle caratteristiche che deve possedere una spiaggia “Bandiera Verde 2020”. Anche quest'anno Cattolica si è aggiudicata questo riconoscimento che le viene assegnato dal 2012. La bandiera verde indica una località con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un'indagine condotta fra un campione di pediatri. L’obbiettivo è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita.

Le bandiere verdi sono state assegnate per la prima volta nel 2008, mediante una ricerca ideata e condotta dal Professore Italo Farnetani. “Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione – scrive Farnetani - ci siamo riferiti sempre alle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli. La scelta ha una motivazione scientifica perché il bambino e l'adolescente hanno bisogno di stare in mezzo alla gente, anche in mezzo al rumore, in mezzo a delle offerte di divertimento e di opportunità turistiche, perciò quando è possibile anche dell'animazione e del gioco di gruppo, sia perché dopo i tre anni il bambino ha bisogno di aggregarsi con i coetanei, per questo non ha bisogno di stare isolato, ma al contrario in mezzo alla gente dove possa incontrare nuovi amici”. Saranno 144 i comuni italiani, due spagnoli (Malaga e Marbella) e quest'anno anche uno romeno (Costanza) a ricevere la Bandiera verde dei pediatri 2020.

La cerimonia di consegna delle Bandiere verdi si svolgerà il 27 giugno ad Alba Adriatica (Teramo). “Sono molto felice e soddisfatto. Non vediamo l’ora – commenta il Sindaco Mariano Gennari - di ritirare e condividere questo riconoscimento con tutta la comunità cattolichina. Una città a misura di famiglie e piccoli vacanzieri. La conferma della bandiera verde è bella notizia per i nostri cittadini, per quanti operano nel settore turistico e per i villeggianti che scelgono la Regina dell'Adriatico come meta per i loro bagni. La nostra sfida amministrativa ci impegna nelle azioni di miglioramento continuo e duraturo nel tempo verso la sostenibilità ambientale come impegno per le nuove generazioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento