rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Il cantiere aprirà nel 2023. C'è il progetto della nuova stazione, avrà un ingresso anche dal lato monte

Tra gli interventi un atrio moderno, aree comuni, abbattimento delle barriere architettoniche, upgrading degli impianti di informazione al pubblico e il restyling delle pensiline

Tornano ad incontrarsi amministrazione comunale di Cattolica e Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane) per fare il punto sulla progettazione in atto per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Cattolica-S.Giovanni-Gabicce. Si è trattato della prima presentazione ufficiale da parte di Rfi alla nuova amministrazione comunale del progetto definitivo, in corso di redazione. In particolare sono stati illustrati i recenti passaggi rappresentati dalle verifiche geologiche ed archeologiche appena effettuate, propedeutiche all’acquisizione dei pareri previsti da parte degli enti competenti per lo sviluppo dei lavori.

“Ho apprezzato lo sviluppo progettuale – spiega la sindaca Foronchi - caratterizzato da un particolare livello qualitativo per la valorizzazione e implementazione dei servizi ferroviari e complementari. Tra questi la riqualificazione dell’edificio, il sistema di scambio modale, l’utilizzo dei mezzi a mobilità dolce, la massima accessibilità per tutte le utenze, incluse le più deboli. Ho chiesto nel prosieguo della progettazione una particolare attenzione al rispetto ed alla valorizzazione dell’area verde collocata a monte della ferrovia ove è previsto un accesso pedonale alla stazione. Ho inoltre evidenziato la necessità di ripristinare l’utilizzo dell’area parcheggio adiacente il Fabbricato Viaggiatori ed attualmente non disponibile per la fruizione pubblica”.

“Registrate le richieste emerse dall’incontro, è stata ipotizzata – aggiunge il dirigente Gaddi - da parte di Rfi una tempistica di massima che vede l’anno corrente impegnato per l’acquisizione di tutti i pareri sul progetto definitivo e lo sviluppo degli elaborati esecutivi, nonché l’affidamento dei lavori. L’avvio del cantiere è previsto nel 2023 e sarà suddiviso tra l’intervento che coinvolgerà l’infrastruttura ferroviaria, rendendola così adeguata alle Specifiche Tecniche di Interoperabilità (Sti) per le persone a mobilità ridotta (Pmr) ed un intervento che interesserà il corpo edilizio della stazione ferroviaria e le aree esterne. Amministrazione e Rfi si sono trovati concordi su una particolare attenzione nello svolgimento dei lavori durante il periodo estivo, tenuto conto del flusso turistico, per mitigare i disagi all’utenza”.

Nel dettaglio, il progetto prevede la riqualificazione del fabbricato che ospita la stazione - con la modernizzazione dell’atrio di ingresso, degli spazi per l’attesa e delle aree comuni - l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’upgrading degli impianti di informazione al pubblico e il restyling delle pensiline. Il sottopassaggio di collegamento fra i binari sarà rinnovato e prolungato, al fine di realizzare un nuovo accesso alla stazione lato monte. Anche gli spazi esterni saranno oggetto di una complessiva riorganizzazione dei servizi e dei percorsi di accessibilità pedonale, ciclabile Tpl e veicolare, anche attraverso la razionalizzazione delle aree dedicate alla sosta e la realizzazione di una nuova velostazione. Il tutto al fine di migliorare le condizioni di vivibilità, sicurezza ed integrazione modale, incentivando gli spostamenti sul territorio con mobilità attiva e trasporto pubblico, e restituire alla città uno spazio urbano accogliente e sostenibile da un punto di vista ambientale.

Stazione Cattolica 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantiere aprirà nel 2023. C'è il progetto della nuova stazione, avrà un ingresso anche dal lato monte

RiminiToday è in caricamento