Minacce a chi non pagava la droga, due pusher finiscono ai domiciliari

Un bolognese di 30 anni, domiciliato a Montefiore Conca, ed un 27enne di Misano, sono stati arrestati alle prime luci dell'alba di martedì dai Carabinieri della Tenenza di Cattolica

Un bolognese di 30 anni, domiciliato a Montefiore Conca, ed un 27enne di Misano, sono stati arrestati alle prime luci dell'alba di martedì dai Carabinieri della Tenenza di Cattolica in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, le misure cautelari sono il frutto di un’ articolata attività d’indagine che aveva già portato all’arresto di 3 individi nel 2013 e al sequestro di marijuana.

L'indagine si è conclusa con la denuncia e la contestuale richiesta di misura cautelare per spaccio per i due giovani. Il bolognese dovrà rispondere anche dell'accusa di estorsione poichè minacciava i clienti che non onoravano i debiti contratti. In particolare i militari hanno raccolto svariate dichiarazione di assuntori di marjuana, che hanno permesso di inchiodare i due spacciatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento