menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cattolica sveglia!", l'associazione Libera lancia una campagna dopo l'operazione Darknet

"Un richiamo alla responsabilità individuale e collettiva nella consapevolezza che non è più possibile trascurare i fenomeni criminali"

A pochi giorni dagli arresti dell’operazione Darknet l’associazione Libera, da sempre impegnata nella lotta contro le mafie, promuove nella regina una serie di affissioni in città dal titolo #CattolicaSveglia!. Un progetto per tenere desta l’attenzione, "lanciamo la nostra campagna per sensibilizzare la città e per la presentazione, lunedì 10 agosto, dalle 17:30 in Viale Bovio, sarà presente un banchetto informativo dell’Associazione".

"Nel pieno della stagione turistica – spiega Mercedes Nicoletti, referente provinciale di Libera – tradizionalmente certi argomenti vanno taciuti e vanno evitati, ma questo non è più possibile e non è utile al bene della città, ed è, anzi, per il bene dei cittadini e per il bene del tessuto economico che è necessario porre il tema del radicamento criminale al centro del dibattito pubblico”.

“Alcuni manifesti, opera del cattolichino Lorenzo Anzini, in arte Loreprod, da martedì mattina, 11 agosto, saranno affissi a Cattolica e saranno visibili per dieci giorni. Si tratta di frasi che fanno parte del senso comune, frasi che ci è capitato di ascoltare più volte da tante persone comuni, e talvolta anche dalle istituzioni. In queste frasi abbiamo voluto iniziare a cancellare le negazioni perché si ribaltasse il loro significato: “io parlo” perché “la mafia al nord esiste”. Messaggi semplici, crediamo efficaci".

Si tratta di un richiamo alla responsabilità individuale e collettiva, un invito a prendere posizione, per i cittadini, per le associazioni di categoria, per le istituzioni. La costituzione di nuovi Tavoli della Legalità è solo una delle 8 proposte del Manifesto per la Legalità sottoscritto da Libera Emilia Romagna unitariamente ai comitati regionali di CGIL, CISL, UIL e Avviso Pubblico per il contrasto delle mafie in Romagna dopo la crisi dovuta all’emergenza sanitaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento