Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Cattolica

La viabilità del porto verso una svolta epocale, c'è in progetto l'istituzione di una Ztl sperimentale

Una proposta che prevedrebbe l'avvio di una fase sperimentale nei fine settimana del mese di luglio in cui trasformare la zona compresa tra la Darsena Marinai d'Italia e la via Antonini in zona pedonale

Si è svolta nella mattinata di ieri, all'interno della sala giunta di Palazzo Mancini, una riunione per l'ascolto ed il confronto riguardo all'ipotesi di istituire una zona a traffico limitato per l'area del Porto. Una proposta che prevedrebbe l'avvio di una fase sperimentale nei fine settimana del mese di luglio in cui trasformare la zona compresa tra la Darsena Marinai d'Italia e la via Antonini in zona pedonale. Nel dettaglio queste modifiche andrebbero ad essere attuate nelle ore serali di venerdì, sabato e domenica a partire dal prossimo 8 di luglio.

All'incontro hanno preso parte per l'amministrazione il Vicesindaco ed assessore alle Attività economiche, Alessandro Belluzzi, l'assessora alla Polizia Municipale, Claudia Gabellini, con il comandate Ruggero Ruggiero, e la dirigente Claudia Rufer. Presenti il comandante della Capitaneria di Porto, Maurizio Spanò, il comitato cittadino "Violina Casette Porto" ed alcuni rappresentanti del "Fronte del Porto", diversi operatori economici della zona e Nicola Tontini per la cooperativa "Casa del Pescatore".

"Si è trattato di un momento di incontro e confronto - spiega l'amministrazione - con coloro che quotidianamente vivono e lavorano in quella zona. Non poteva essere differente poiché si tratta di scelte da condividere e non calare dall'alto. La nostra visione di città, presentata attraverso il programma elettorale, va proprio nella direzione di rendere Cattolica sempre più a misura d'uomo. La proposta di realizzare una area Ztl si inserisce in questo solco e abbiamo visto un buon riscontrato da parte di diversi operatori economici”.

La decisione finale arriverà nei prossimi giorni, dopo aver valutato le necessità e gli aspetti di natura logistica legati alla fattività della proposta. “Dopo aver ascoltato le istanze dei presenti – concludono gli assessori - abbiamo stabilito di concederci una settimana circa di tempo prima di tornare ad incontrarci con tutti gli interessati e stabilire l'effettiva entrata in vigore della fase sperimentale. Siamo sicuri che troveremo una sintesi ed un punto di caduta che possa soddisfare le attese di tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La viabilità del porto verso una svolta epocale, c'è in progetto l'istituzione di una Ztl sperimentale
RiminiToday è in caricamento