menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cause sull’usucapione delle aree in fregio, Corte d'Appello dà ragione al Comune

La decisione dei giudici bolognesi ha riformato integralmente la precedente sentenza del Tribunale di Rimini sulla proprietà da 500 metri quadri dell’Hotel Ancora

Con sentenza del 13 febbraio scorso, la Corte d’appello ha riformato integralmente la precedente sentenza del Tribunale di Rimini del 2005 che aveva riconosciuto l’acquisizione per l’usucapione in favore della proprietà dell’Hotel Ancora di una delle aree in fregio al lungomare di oltre 500 mq di superficie. A questa diversa valutazione la Corte d’appello è giunta grazie ai documenti prodotti dal Comune di Rimini nella causa. In particolare la peculiarità della sentenza della Corte d’appello risiede nel fatto che, malgrado il possesso nel tempo dell’area da parte dell’albergo sia stato accertato, l’albergatore non abbia mai negato, ma anzi espressamente riconosciuto, la proprietà dell’area in capo al Comune. Un riconoscimento che la Corte d’appello ha quindi considerato come una rinuncia implicita alla domanda giudiziale di usucapione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento