menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cavallucci marini intrappolati in reti abusive

Continua senza sosta l’attività di controllo a mare da parte della motovedetta dei Carabinieri al fine di prevenire illeciti nella pesca ed incidenti durante la navigazione

Continua senza sosta l’attività di controllo a mare da parte della motovedetta dei Carabinieri al fine di prevenire illeciti nella pesca ed incidenti durante la navigazione. Proprio giovedì mattina, nelle acque antistanti la Marina Centro di Rimini e Bellaria Igea Marina, sono state individuate e poste sotto sequestro decine e decine di metri di reti abusive specie per la cattura delle seppie.

Le reti erano state posizionate senza alcun visibile segnale, solo l’esperienza e l’attenzione dei militari ha consentito l’individuazione e il faticoso e lungo recupero. Le operazioni sono durate per oltre due ore. Al termini ben oltre 150 esemplari di seppia adulta sono stati ridati alle acque così come le loro uova che erano state deposte numerose lungo le corde delle reti, cavallucci marini rimasti intrappolati e granchi di diversa misura per un totale di oltre 50 chili di pesce.

Sono in corso indagini finalizzate a individuare i responsabili. Le reti abusive sono molto pericolose alla navigazione, potendo creare problemi ai motori ed agli scafi delle imbarcazioni, e costituiscono una sleale concorrenza nei confronti degli onesti pescatori, professionisti e non.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento