rotate-mobile
Cronaca Cattolica

Chef per un giorno, gli scolaretti ai fornelli dello Ial cucinano per mamme e papà

Grande sorpresa per gli aspiranti chef in erba che si sono ritrovati ai tavoli i propri genitori, invitati a insaputa dei piccoli per gustare i loro piatti

Chef per un giorno, “tutti possono cucinare”, come dice nel film d’animazione Ratatouille, il topino protagonista Remy! E così anche le manine dei più piccoli di Cattolica, i bambini e le bambine della Scuola dell’Infanzia Torconca, sezione farfalle, si sono messi ai fornelli dello IAL, l’istituto alberghiero di Riccione, lunedì scorso, seguiti ed aiutati da docenti e allievi della Scuola di Ristorazione. Grande sorpresa per gli aspiranti chef in erba che si sono ritrovati ai tavoli i propri genitori, invitati a insaputa dei piccoli per gustare i loro piatti.

“Uno dei compiti fondamentale della scuola dell'infanzia è quello di favorire nei bambini e nelle bambine i loro bisogni esplorativi, sperimentando e osservando la realtà – spiega l’Assessore alle Politiche educative Federico Vaccarini - E con questo bellissimo laboratorio, i piccoli entrano in una grande cucina didattica professionale, e, attraverso un’esperienza diretta, mettono le mani in pasta, aiutano a preparare dolci e salati buonissimi. Alla fine è venuto un pranzo che hanno condiviso con i propri genitori, pronti ad assaggiare le ricette sviluppate dai loro figli. È un progetto dal grande valore partecipativo, in cui il cibo e la sua preparazione sono il mezzo che unisce, che tiene insieme le famiglie, coinvolgendo gli adulti nel processo creativo di bambini e bambine. Un’attività molto formativa ed educativa che si può ripetere anche a casa”.

Bambini e bambine sono stati accompagnati dalle proprie maestre Cinzia della Bincia, Alice Bertuccioli, dalla dietista comunale Liliana Sanchez e dalla responsabile di Sede IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia Romagna Scuola di Ristorazione, Paola Frontini. "Si tratta di un progetto alimentare che sviluppa le competenze manuali dei bimbi, il gusto per il cibo di qualità e, non meno importante, le capacità di stare insieme – spiega la dietista Sanchez -, collaborando a un obiettivo comune, con la massima soddisfazione e apprendimento di entrambe le parti”.

A conclusione dell’esperienza, i piccoli cuochi e cuoche hanno anche ricevuto una dispensa con le ricette preparate e il diploma di "Piccolo chef" perché, come insegna lo chef Ratatouille, "tutti possono cucinare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chef per un giorno, gli scolaretti ai fornelli dello Ial cucinano per mamme e papà

RiminiToday è in caricamento