menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO DI REPERTORIO

FOTO DI REPERTORIO

Chiedono l'elemosina e cercano di derubarlo: poi lo prendono a pugni e calci

Era circa mezzogiorno di venerdì quando un equipaggio delle Volanti della Questura di Rimini è intervenuta nel centro storico per sventare un rapina, arrestando due donne.

Era circa mezzogiorno di venerdì quando un equipaggio delle Volanti della Questura di Rimini è intervenuta nel centro storico per sventare un rapina, arrestando due donne. I poliziotti, impegnati nel controllo del centro storico, hanno notato una situazione “strana” e sospetta: una coppia di turisti che discuteva animatamente con un due donne, delle quali una in stato di gravidanza. Intervenuti sul posto, i poliziotti hanno svolto tutti i necessari accertamenti e raccolto le dichiarazioni dei presenti al fine di verificare quanto stesse accadendo.

I FATTI - E l’intervento ha consentito di sventare una rapina in corso che le due donne stavano commettendo nei confronti della coppia di turisti. Dalle dichiarazioni acquisite è emerso che i due turisti, mentre passeggiavano nel centro storico, hanno notato una giovane donna in stato di gravidanza che si è avvicinata loro. La donna ad un certo punto ha chiesto l'elemosina all'uomo porgendogli una mano e avvicinandosi a tal punto da riuscire a infilare l'altra mano nella tasca anteriore sinistra del pantalone del malcapitato. L’uomo si è però accorto della mossa della donna e ha tentato di allontanare la donna, la quale  per  tutta risposta ha reagito minacciandolo pesantemente, spintonandolo e colpendolo con un calcio alla schiena e con diversi pugni sulla testa. L’imprevista reazione dell’uomo inoltre ha determinato anche l'intervento e la reazione di un 'altra donna più anziana che stava seguendo la scena in disparte,  come "palo".  Neanche l’intervento di un passante ha fatto cessare le due donne, che anzi hanno continuato in maniera sempre più aggressiva a percuotere la povera vittima.

ARRESTATE - Terminati gli accertamenti, le due donne sono state quindi accompagnate presso gli uffici della Questura, dove sono state arrestate per tentata rapina aggravata impropria, reato per il quale saranno giudicate in mattinata con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento