menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Beatificazione per don Oreste Benzi. Il vescovo accoglie la richiesta

Conclusione con la richiesta di beatificazione per Don Oreste Benzi e 7 appelli lanciati al mondo della politica, al convegno internazionale organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII

Conclusione con la richiesta di beatificazione per Don Oreste Benzi e 7 appelli lanciati al mondo della politica, al convegno internazionale organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII per ricordare e riflettere sulla figura del parroco riminese a cinque anni dalla sua scomparsa. Durante la messa di chiusura della due giorni 'Don Oreste Benzi. Testimone e profeta per le sfide del nostro tempo', “Giovanni Paolo Ramonda, responsabile generale della Comunità e primo successore di don Benzi - si legge in una nota - consegna al Vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi la domanda di beatificazione per il prete della 'Grotta Rossa'”.

“Ora toccherà alla Chiesa decidere se intraprendere l'iter del processo di beatificazione o meno”. E proprio pensando al risvolto profetico della vita di Don Benzi gli organizzatori del convegno hanno voluto sintetizzare 7 temi, diventati 7 appelli della Comunità alle istituzioni, alla società civile e politica: "ripristino dei fondi per la famiglia e l'autosufficienza dopo i tagli subiti negli ultimi anni, promulgazione di una legge tutta a favore della maternità, l'importanza degli organismi internazionali come le Nazioni Unite, dove la Comunità siede dal 2006, richiesta di pene alternative al carcere per mamme con figli minori, cittadinanza ai minori di origine straniera nati in Italia, una legge che proibisca la prostituzione, richiesta di moratoria di 10 anni per le missioni militari dell'Italia all'estero e opzione per i poveri e la nonviolenza".

Proprio su questo ultimo appello, lanciato sotto le volte del '105 Stadium' di Rimini - viene osservato ancora nella nota - ci sono stati "fischi in sala quando il Sottosegretario alla Difesa Gianluigi Magri, tra i partecipanti alla tavola rotonda" di questo pomeriggio, "nel suo intervento ha usato parole in disaccordo" con la Comunità

"Colgo con molta gioia e intima consolazione la richiesta di beatificazione di don Oreste, sottoscritta dal vostro applauso e dal vostro cordiale gradimento. Mi riservo di prenderla in serena e attenta considerazione". Il vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi, ha accolto così la richiesta di avvio del processo di beatificazione letta da Giovanni Paolo Ramonda. Un lunghissimo applauso ha accolto la lettera letta da Giovanni Paolo Ramonda, che ha dovuto chiedere una pausa per poter concludere la lettura. "Come nel giorno del suo funerale, quando da più parti saliva la richiesta 'Santo Subito', io anche oggi rilancio il messaggio che don Oreste vi lasciò - ha aggiunto monsignor Lambiasi -, e che ancora oggi potete leggere in quella che fu la sua chiesa, 'Siate Santi!'. Anche oggi io dico 'Santi Subito'".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento