Morto in bici, tensione all'ospedale: i familiari volevano vedere la salma sequestrata

Gli uomini dell'Arma hanno spiegato ai presenti le disposizioni previste dalla Procura, chiarendo come risolvere burocraticamente la situazione

Attimi di tensione martedì pomeriggio all'obitorio dell'ospedale "Infermi" di Rimini. Si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile per calmare i parenti dell’extracomunitario deceduto nei giorni scorsi in seguito ad un drammatico incidente con la bici. I familiari della vittima volevano a tutti i costi vedere la salma, nonostante ci fosse il vincolo del sequestro dell’Autorità Giudiziaria. Gli uomini dell'Arma hanno spiegato ai presenti le disposizioni previste dalla Procura, chiarendo come risolvere burocraticamente la situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento