rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Cinque comuni si alleano e scrivono al ministro: "Snellire sistemi di tracciamento e quarantene"

La lettera: "Sollecitiamo lo studio di misure di tracciamento, di entrate/uscite da quarantena e di riammissione presso gli istituti scolastici meno impattanti"

Il sindaco di Bellaria Igea Marina Filippo Giorgetti e il vicesindaco Bruno Galli sono tra coloro che, nella giornata di ieri, hanno voluto rivolgere un invito al ministro della Salute Roberto Speranza, al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e all’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini, affinchè si studino “misure di tracciamento, di entrate/uscite da quarantena e di riammissione presso gli istituti scolastici, meno impattanti sulla vita famigliare e lavorativa dei nostri cittadini”. Gli altri firmatari della lettera, tutti amministratori di territori della Provincia di Rimini, sono il sindaco di Casteldelci Fabiano Tonielli, il sindaco di Coriano Domenica Spinelli, il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini e il sindaco di San Leo Leonardo Bindi.

“Pregiatissimi tutti -, si legge nel documento -, la premessa, doverosa e vogliamo sia inequivocabile, è che tutti i firmatari della presente vedono nella scienza e nella medicina le uniche strade credibili per l’uscita dall’emergenza sanitaria”. E si addentrano: “Non possiamo ignorare le difficoltà del cosiddetto tracciamento e della gestione di inizio/fine quarantene, la dilatazione dei tempi e delle attese a carico dei cittadini, soprattutto le snervanti ore di fila che tutti i cittadini, compresi anziani e bambini, devono affrontare presso i luoghi deputati allo svolgimento dei tamponi: criticità causate proprio dal numero enorme di pratiche che il sistema sanitario è in questo momento costretto a processare, palesando oggettive e comprensibili difficoltà”.

“L’altissima contagiosità dell’ultima variante di Covid-19, un’aggressività tendenzialmente molto più bassa rispetto alle varianti precedenti e un’alta percentuale di popolazione vaccinata in crescita, riteniamo rendano opportuna una riflessione circa gli strumenti attualmente messi in campo a contenimento dei contagi. Per questo rinnovando la fiducia in tutti coloro che hanno l’onere e l’onore di gestire la delicata situazione attuale, sollecitiamo lo studio di misure di tracciamento, di entrate/uscite da quarantena e di riammissione presso gli istituti scolastici, meno impattanti sulla vita famigliare e lavorativa dei nostri cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque comuni si alleano e scrivono al ministro: "Snellire sistemi di tracciamento e quarantene"

RiminiToday è in caricamento