Coda al Pronto Soccorso, ma lui non vuole farla: sfiorata la rissa

Quando si arriva al Pronto Soccorso, si sa, i tempi di attesa si potrebbero prolungare anche per diverse ore. E allora l'unica soluzione è quella di armarsi di santa pazienza. Ma qualcuno non la pensa così

Quando si arriva al Pronto Soccorso, si sa, i tempi di attesa si potrebbero prolungare anche per diverse ore. E allora l'unica soluzione è quella di armarsi di santa pazienza. Non l'ha pensata così, a quanto pare, un vagabondo riccionese di origini siciliane, di 40 anni, che nel primo pomeriggio di martedì ha messo a ferro e fuoco il Pronto Soccorso di Riccione in quanto, a suo dire, non avrebbe dovuto fare la coda.

L'uomo aveva dato in escandescenze in quanto non voleva attendere il proprio turno, tanto che il personale sanitario ha dovuto richiedere l'intervento dei Carabinieri per calmare l'uomo. Alla vista dei militari e dopo un lungo dialogo con gli stessi, si è calmato ed ha aspettato il suo turno. Tutto riportato alla normalità.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento