menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Col cutter in tasca provoca il panico in un bar. Intervengono i carabinieri

Barese 35enne entra nel locale affermado di avere una lama in tasca, scambiato per un rapinatore fa accorrere i militari dell'Arma. Denunciato per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere e poi rilasciato

L'affermazione di un barese 35enne, entrato in un bar di via Saffi lunedì pomeriggio verso le 15, di  “avere un cutter in tasca ma di non voler far del male a nessuno” ha lasciato sbigottiti sia il proprietario che quanti si trovavano all'interno del locale e, temendo che potesse essere una rapina, è stato chiesto l'intervento dei carabinieri. Sul posto è arrivata a sirene spiegate una pattuglia del Radiomobile che ha fermato il pugliese mentre, nel frattempo, i militari dell'Arma hanno raccolto le testimonianze di quanti si trovavano nel bar.

Secondo i testimoni, è risultato che il 35enne ha si pronunciato la frase incriminata ma non a scopo di rapina. L'intenzione dell'uomo era quella di tranquillizzare i presenti affinchè la lama non destasse loro preoccupazioni tanto che, dopo aver acquistato della merce, ha tranquillamente pagato il conto. Al termine degli accertamenti, tuttavia, l’uomo è stato comunque denunciato per “porto di armi od oggetti atti ad offendere” con conseguente sequestro del cutter.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento