Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

I carabinieri hanno acceso su di lui i riflettori avviando nei suoi confronti un'azione di controllo e pedinamento

Nel pomeriggio di sabato i Carabinieri della stazione di Misano Adriatico hanno stroncato un pusher di cocaina, sorprendendolo in possesso di 350 grammi circa di bianca e di sostanza da taglio. L’uomo, un 43enne napoletano residente a Cattolica, era stato notato alcuni giorni fa dagli investigatori misanesi aggirarsi per le vie del centro in compagnia di soggetti già noti per essere assuntori di cocaina, come già noto era il suo curriculum ricco di pregiudizi penali e di polizia.

Da quella strana presenza, i carabinieri hanno acceso su di lui i riflettori avviando nei suoi confronti un'azione di controllo e pedinamento che nel pomeriggio di sabato è culminato in un controllo più approfondito e in una perquisizione personale e locale. L’uomo, infatti, mentre era alla guida della sua jeep in compagnia di un amico – risultato assuntore e segnalato all’autorità amministrativa per il possesso di 3 grammi di cocaina - dopo essere stato notato ad armeggiare all’interno di un garage, ha ripreso la marcia proprio in direzione di Misano Adriatico e a quel punto è stato fermato dai militari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito nervoso alla vista delle divise, ha cercato in ogni modo di evitare il controllo accampando varie scuse, ma i militari hanno voluto approfondire il controllo e dopo una perquisizione approfondita, ben occultati sotto il sedile dell’auto, sono stati ritrovati gli involucri contenenti lo stupefacente. Scattato immediatamente l’arresto, di concerto con il Pm di turno, l’uomo è stato accompagnato presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari ove rimarrà in attesa della celebrazione del rito direttissimo, previsto per la mattinata di lunedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Scontro frontale tra due auto, 6 feriti. Mamma e figlia di 5 anni gravi al "Bufalini"

  • Vacanza tragica, 17enne muore annegata durante un bagno all'alba

Torna su
RiminiToday è in caricamento