Commemorato il partigiano Aristodemo Ciavatti

E' stato deposto un cuscino di fiori ai piedi del cippo, mentre una tromba intonava "il silenzio" e "Bella Ciao".

Si è svolta domenica a Cerasolo la manifestazione indetta dall'Anpi Provinciale per ricordare il 73esimo anniversario della fucilazione di Aristodemo Ciavatti, 22 anni, partigiano della 29a Brigata GAP, fucilato dagli occupanti nazisti. Davanti al cippo eretto dall'amministrazione comunale di Coriano in Largo Castello erano presenti il sindaco di Coriano, Domenica Spinelli, l'assessore del Comune di Rimini, Mattia Morolli, il presidente dell'Anpi provinciale, Giusy Del Vecchio e dell'Anpi Comunale di Rimini, Walter Vallicelli e delegazioni dell'Anpi dei comuni della provincia, numerosi familiari di Aristodemo Ciavatti. E' intervenuto Otello Ciavatti, fratello di Aristodemo che ha ricordato il giovane Partigiano con un discorso molto seguito e condiviso dai numerosi cittadini presenti. E' stato deposto un cuscino di fiori ai piedi del cippo, mentre una tromba intonava "il silenzio" e "Bella Ciao".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento