rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca Riccione

I sindaci del Veneto commemorano le vittime dell'A4, tra loro anche i 7 angeli di Riccione

C'erano sindaci, politici regionali, rappresentanti delle associazioni di categoria e cittadini per ricordare chi ha perso la vita nel tratto autostradale A4 San Donà - Portogruaro

C'erano sindaci, politici regionali, rappresentanti delle associazioni di categoria e cittadini sabato mattina alla cerimonia di commemorazione delle vittime del tratto autostradale A4 San Donà - Portogruaro, teatro di continui incidenti. Un incontro che aveva l'obiettivo non solo di ricordare la lunga scia di vittime tra cui anche i 7 angeli di Riccione, ma anche di chiedere una soluzione in tempi rapidi per rendere il tratto più sicuro in attesa del completamento della terza corsia. I primi cittadini hanno chiesto un incontro al presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché, per suo tramite, i lavori per la realizzazione della terza corsia siano il più veloce possibili, senza intoppi burocratici, per mettere in sicurezza una lingua d’asfalto che attraversa Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Tutti e 22 i primi cittadini del Veneto orientale, su iniziativa della conferenza dei sindaci, si sono riuniti al casello di Noventa di Piave e, successivamente, a Portogruaro, appena fuori dall'autostrada. Molti lo chiamano “il tratto maledetto” per l’elevato numero di incidenti che si verifica sulla parte veneziana, 37 morti in 21 mesi, anche in prossimità del cantiere. L'ultimo incidente mortale che si è verificato lungo il tratto è quello che risale ad alcuni giorni fa, costato la vita al manager Maurizio Durì, mentre solo alcuni giorni prima erano deceduti i ragazzi del Centro 21 di Riccione accompagnati dall'ex sindaco Massimo Pironi a un evento in Friuli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci del Veneto commemorano le vittime dell'A4, tra loro anche i 7 angeli di Riccione

RiminiToday è in caricamento