menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Noto commercialista riminese rinviato a giudizio per bancarotta fraudolenta

Giancarlo Bernardi, 56enne, dovrà rispondere davanti al tribunale di Ascoli Piceno delle accuse per il fallimento della Novico di Ascoli, azienda produttrice di aghi e siringhe anche con lo storico marchio Ico

Il giudice delle udienze preliminari del tribunale di Ascoli Piceno Rita De Angelis ha rinviato a giudizio quattro persone accusate a vario titolo di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale della Novico di Ascoli, azienda produttrice di aghi e siringhe anche con lo storico marchio Ico. Il processo inizierà il 26 marzo prossimo. A giudizio Antonio Luigi Montagna, di 57 anni, di Lecce, amministratore di fatto della Novico, Giancarlo Bernardi, di 56 anni, commercialista di Rimini, socio di Montagna, la formale amministratrice della Novico Rosaria De Felice, di 62, di Foggia, Marco Montagna, di 23, di Foggia, figlio di Antonio. La formale amministratrice della Ico Medical Susanna Amicucci, di 46 anni, di Ancona, ha patteggiato ad un anno e mezzo di pena (sospesa). Secondo l'accusa, sin dall'inizio della loro gestione (ottobre 2008), Montagna e Bernardi avrebbero attuato una serie di operazioni che hanno portato alla spoliazione di gran parte del patrimonio attivo vantato all'epoca dalla Novico srl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento