rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Hanno montato 1,2 milioni di lenti e migliorato la vista ai riminesi, dopo 98 anni chiude lo storico ottico

Fondata nel 1924 dal cavalier Luigi Severi, padre della titolare Marina che ha dedicato la sua vita al negozio sin da quando aveva 4 anni, tre generazioni sono rimaste al servizio dell'ottica

A Rimini sono stati i “pionieri” degli occhiali. Tre generazioni di optometristi, 98 anni di esperienza, qualcosa come 10 mila clienti abituali e 1,2 milioni di lenti montate. Hanno migliorato la vista ai riminesi e non solo. Nata nel 1924, la storica Ottica Severi, di Corso Giovanni 23esimo, dal prossimo 13 agosto chiuderà i battenti. E’ uno dei negozi che ha fatto la storia della città, l’ottico di riferimento. Da martedì a sabato della nuova settimana ci sarà lo “svuota tutto”, poi i destini della storica bottega restano tutti da definire, il sogno degli attuali proprietari sarebbe quello di trovare un nuovo gestore. Ma non è così automatico, anche per i luoghi simbolo e per ciò che rappresenta la storia dell’ottica.

Fondata nel 1924 dal cavalier Luigi Severi, padre della titolare Marina Severi che ha dedicato la sua vita al negozio sin da quando aveva 4 anni, per 98 anni tre generazioni sono rimaste al servizio del benessere visivo dei riminesi. La conoscenza accumulata ha sempre garantito la qualità degli esami, dei test e dei controlli visivi. Nel tempo l’Ottica Severi è stata insignita di numerosi riconoscimenti e premi, a partire dal cavalierato dell’Ordine Equestre di Sant’Agata di San Marino riconosciuto nel 1942 allo stesso fondatore Luigi Severi.

Da sempre, la presenza del laboratorio interno ha garantito assistenza, riparazioni e il montaggio di occhiali. Oltre i prodotti dall’occhiale più classico o alla moda, al più innovativo occhiale sportivo, dall’occhiale da sole per tutti i giorni, all’occhiale da sole in legno o in legno e pietra, passando per lenti a contatto di ultima generazione, l’ottica vende anche termometri, barometri, binocoli, telescopi, lenti di ingrandimento, ausili per ipovisione e ulteriori numerosi articoli.

Per Marina e i suoi figli questi sono giorni molto particolati e toccanti. Dopo aver frequentato la scuola di ottica Galileo Galilei a Milano, dove si è diplomata nel 1965, Marina mentre studiava a Milano ha sempre lavorato col padre, iscrivendosi alla facoltà di Lettere di Bologna e nel 1971 la laurea in Filosofia. Nel 1975 Marina diventa titolare della licenza e la ditta prende il suo nome, anche se il negozio ha sempre conservato fino a tutt’oggi l’insegna Ottica Severi. Da inizio 2017 il legale rappresentante di Ottica Severi dal 1924 diventa il figlio Massimo “Macio” Tonti con una società di persone insieme alla mamma Marina Severi e al fratello Francesco “Checco” Tonti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hanno montato 1,2 milioni di lenti e migliorato la vista ai riminesi, dopo 98 anni chiude lo storico ottico

RiminiToday è in caricamento