rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Il commercio riparte, fondi per fiere, cultura e navette rapide dai parcheggi durante gli eventi

Eventi e mobilità sostenibile finanziati nell’ambito della legge 41 dalla Regione per 56 mila euro. Gli assessori Garattoni e Zangoli: “Riconosciuta la capacità progettuale”

Finanziato con 56 mila euro dalla Regione Emilia-Romagna il progetto “Santarcangelo riparte”, candidato dall’Amministrazione comunale al bando pubblico nell’ambito della legge regionale 41 per sostenere le attività economiche messe in difficoltà dalla pandemia. Su un investimento complessivo di 80 mila euro, dunque, la Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto un contributo pari al 70% nel conteso della norma nata nel 1997 per la valorizzazione dei centri commerciali naturali. Il progetto “Santarcangelo riparte” nasce con l’obiettivo di sostenere le attività commerciali del centro e delle frazioni, duramente provate dalla pandemia, incentivando il modello di economia di prossimità. Due le linee d’azione principali per raggiungere l’obiettivo: da un lato l’organizzazione di eventi per la promozione del territorio, della mobilità sostenibile e dei prodotti locali, dall’altro l’attivazione di una rete di supporto complementare e funzionale al sistema di vendita al dettaglio.

Quanto alla prima azione, l’amministrazione comunale prevede il potenziamento degli eventi culturali, turistici ed enogastronomici – dalle tradizionali Fiere d’autunno alle originali rassegne dello Sferisterio, da “Calici Santarcangelo” agli eventi natalizi – in maniera sempre più diffusa sul territorio. Queste iniziative, con proposte che spaziano da interessi, età e argomenti diversi, negli anni hanno contribuito infatti alla valorizzazione e all’attrattività di Santarcangelo, al pari dei numerosi interventi di riqualificazione del patrimonio storico-architettonico realizzati dagli anni ’90 ai giorni nostri. Le iniziative, sempre più allargate anche alle frazioni, dovranno portare avanti una cultura di rispetto dell’ambiente e di tutela dei prodotti a chilometri zero.

La seconda linea d’intervento riguarda invece l’attivazione di una rete di mobilità gratuita in occasione degli eventi, in grado di collegare velocemente i principali parcheggi con le attività commerciali in maniera complementare e integrativa al sistema di traporto pubblico locale esistente. Altre micro-azioni riguarderanno la realizzazione di brochure e sezioni informative sui siti della promozione turistica e dell’ufficio Iat.

“La capacità progettuale degli ultimi anni ci ha permesso di ottenere con continuità i contributi previsti dalla legge 41, particolarmente importanti in un momento così complicato per le imprese” dichiarano l’assessora alle Attività economiche, Angela Garattoni, e l’assessore al Turismo, Emanuele Zangoli. “Questo risultato, oltre al buon lavoro degli uffici comunali, si deve anche alla sinergia con le associazioni di categoria, che hanno collaborato alla redazione delle linee progettuali. Come prevede il bando, destinato alla promozione del commercio, i finanziamenti saranno utilizzati per sostenere eventi e iniziative per rendere Santarcangelo sempre più attrattiva – concludono – sostenendo le attività economiche del centro e delle frazioni”.

Per pianificare strategicamente la messa in opera delle azioni, il progetto prevede anche l’istituzione di una cabina di regia di cui faranno parte, oltre all’Amministrazione comunale, la Pro Loco (gestore dell’ufficio accoglienza turistica) e i rappresentanti delle associazioni di categoria del territorio. Prima di inoltrare la candidatura del progetto al bando regionale, infatti, il Comune aveva firmato un patto di collaborazione con Confesercenti, Confcommercio, Cna e Confartigianato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il commercio riparte, fondi per fiere, cultura e navette rapide dai parcheggi durante gli eventi

RiminiToday è in caricamento