rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Il Comue di Rimini aspetta dallo Stato 4,4 milioni di euro per la gestione del Palazzo di Giustizia

Dal Ministero la proposta di saldarne solo 1,2 suddivisi in 35 rate, intanto la giunta comunale approva la proposta di convenzione con il Tribunale e la Procura per l'attività di custodia degli uffici giudiziari

È tutt'altro che risolto il contenzioso tra Comune di Rimini e ministero della Giustizia sul rimborso delle spese per il funzionamento degli uffici giudiziari tra il 2011 e il 2015. Un tesoretto da 4,4 milioni di euro che Palazzo Garampi ha anticipato e che "oggi il ministero si propone di saldare solo in parte", 1,2 milioni. Già questo, stigmatizza l'assessore al Bilancio Gian Luca Brasini, "basterebbe a indignarsi, se poi si pensa che il rimborso è suddiviso in 35 rate, la vicenda assume aspetti ancora più paradossali". Intanto la giunta comunale approva la proposta di convenzione con il Tribunale e la Procura per l'attività di custodia degli uffici giudiziari. L'atto, che va ad integrare convenzioni precedenti, interessa il periodo dal 30 settembre 2015 al 31 dicembre 2018 e prevede che fino a quella data il servizio di custodia e manutenzione ordinaria possa essere svolto dal personale del Comune distaccato, con una richiesta di rimborso di circa 95.000 euro.
(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comue di Rimini aspetta dallo Stato 4,4 milioni di euro per la gestione del Palazzo di Giustizia

RiminiToday è in caricamento