Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Il Comune a caccia di immobili. Una Casa della Salute a Miramare e presidi socio-sanitari di prossimità

La giunta ha espresso parere favorevole per la realizzazione di una nuova Casa della Salute a Miramare e la ricerca di immobili da destinare ai Forum Urbani

Nuovi Forum urbani e una nuova Casa della Salute a Miramare: Rimini punta su un sistema di assistenza sempre più di vicinato e all’avanguardia. Negli scorsi giorni, la giunta comunale ha espresso parere favorevole sulla delibera riguardante la realizzazione di una nuova Casa della Salute a Miramare e la ricerca degli immobili da destinare ai Forum Urbani, intesi come spazi fisici di prossimità e contenitori di sperimentazione sociale aventi l’obiettivo di creare comunità, rinnovare il legame tra la città e le dinamiche civiche, sperimentare nuove forme di condivisione e promuovere la rigenerazione urbana.

Strutture che si inseriscono nel progetto promosso dal Comune di Rimini di concerto con l’Azienda Usl della Romagna, l’Università di Bologna e la Camera di Commercio "Faibene – Fabbrica del Ben-Essere" con il quale si incentiva la diffusione sul territorio di luoghi e ambienti pubblici dedicati ai servizi sociosanitari e all’istruzione con lo scopo di superare il tradizionale concetto di salute quale cura di malattia, inserendolo in una visione più integrata ed estesa. La creazione di Forum Urbani si traduce dunque nel recupero di immobili in disuso o sottoutilizzati perché diventino la sede di servizi sociali e sociosanitari, di associazione di volontariato, di gruppi educativi o gruppi Ci.Vi.Vo.

Al momento, con il via libera della giunta, sono state individuate le frazioni di Miramare, di Viserba, la zona Via Dario Campana/Ina Casa e di Spadarolo quali possibili locazioni per questi spazi (da acquistare sul mercato immobiliare), a cui deve aggiungersi, stando agli impegni assunti dal Comune con il protocollo d’intesa "Salute Unica", anche il reperimento di una sede per la nuova Casa della Salute di Miramare. (in totale saranno dunque tre).

“Quando si parla di salute, non possiamo pensare soltanto alle cure mediche, ma dobbiamo riferirci a un insieme di azioni in cui si addizionano più attività volte a promuovere il benessere dell’individuo, che è dato dal convergere di diversi elementi. La cura della persona va intesa nella sua totalità – spiega l’Assessore alle Politiche per la Salute e alla Protezione sociale Kristian Gianfreda -. I Forum urbani, così come le Case della Salute, si inseriscono all’interno di questa nuova cornice teorica della salute. Da un lato la creazione di luoghi in disuso trasformati in vere e proprie piazze per la comunità, e, dall’altro lato, un modello organizzativo-assistenziale vicino a casa che raccoglie in sé tutta la filiera di assistenza per la promozione della salute, dai medici di base al personale infermieristico. Le direttrici sono due: salute, intesa nella sua accezione più globale, e prossimità. Quando ragioniamo sul concetto di sanità, dobbiamo considerare molteplici livelli di intervento, che includano, tra le varie cose, l’aspetto relazione, l’inclusione sociale, il grado di partecipazione del soggetto all’interno di una collettività. È da qui che passa anche il rafforzamento del legame tra città e cittadino, che è un elemento fondamentale”

“I Forum e le Case della Salute – aggiunge l’assessore - sono un percorso a cui tengo particolarmente e sul quale come amministrazione stiamo investendo molto, per rispondere ai bisogni della comunità, a partire da chi è più in difficoltà, e per essere al passo con i nuovi mutamenti sociali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune a caccia di immobili. Una Casa della Salute a Miramare e presidi socio-sanitari di prossimità
RiminiToday è in caricamento